La rete più bella segnata fuori dal terreno di gioco è del “Pitone”

Raffaele Biancolino, ex centravanti di Avellino e Messina, ha salvato la vita a una donna strappandola dalle mani del suo ex che voleva ucciderla a martellate!

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(116 articoli pubblicati)
biancolino e castaldo

Ieri sera mentre guardavo le Iene, su Italia 1, ho visto un viso che conoscevo:  Raffaele Biancolino.

Il pitone, così era soprannominato, è stato un attaccante di livello in Serie B e in Serie C con le maglie, tra le altre, di Avellino e  Acr Messina. Sempre ricordato dai suoi vecchi tifosi come una persona, oltre che un atleta, serio.

Siccome buon sangue non mente, Mariella deve la vita all'intervento di Biancolino, mentre tutti gli altri si giravano dall'altra parte, l'ex bomber bloccava l'ex della donna che voleva ucciderla a marmellate. L'aguzzino della donna, un uomo orribile, è rimasto per giorni a piede libero,  ora è in arresto per tentato omicidio.

Ha vissuto nella sua vecchia BMW per qualche giorno, finché Giulio Golia delle Iene lo ha individuato. Ha provato a spiegare all'inviato le sue "ragioni" chiedendo allo stesso Golia di fare da tramite per un riappacificamento. Ma per fortuna la Iena non si è prestata a questa folle richiesta.

La donna avrebbe potuto subire conseguenze letali senza l’intervento di Biancolino, che gestisce insieme con la moglie un negozio di abbigliamento in Corso Europa, in centro città ad Avellino, dove è avvenuta l’aggressione.

Richiamato dalle urla dei passanti, Biancolino, si è precipitato all'esterno del negozio e ha letteralmente travolto l’aggressore costringendolo alla fuga.

Per la gravità delle ferite riportate al capo la donna si trova ricoverata in codice rosso nell'ospedale del capoluogo irpino. L’aggressore potrebbe essersi allontanato a bordo di un mezzo pubblico. Gli agenti della Squadra Volante, diretti dal vice questore Elio Iannuzzi, hanno esteso  e poi fermato le ricerche (una volta individuato l'aggressore) nell'hinterland milanese.

L’aggressione sarebbe avvenuta al termine di un violento litigio tra la vittima e l’aggressore. I primi accertamenti sono partiti proprio dall'arma lasciata cadere dall'uomo, un martello di piccole dimensioni.

Per la gravità delle ferite riportate al capo la donna (che era stata più volte aggredita dall'uomo) si trova ricoverata in codice rosso nell'ospedale del capoluogo irpino. L'aggressore potrebbe essersi allontanato a bordo di un mezzo pubblico. Gli agenti della Squadra Volante, diretti dal vice questore Elio Iannuzzi, hanno esteso le ricerche dell'uomo, un cinquantenne secondo le testimonianze, ai centri dell'hinterland avellinese.

Raffaele Biancolino (Napoli, 14 agosto 1977) è stato nella stagione scorsa un dirigente sportivo  dell'Avellino, poi fallito. Soprannominato Pitone, ha collezionato 114 presenze in Serie B con Ancona, Avellino, Venezia e Messina, realizzando 25 reti.

Dopo diverse esperienze con varie squadre di Serie D e Serie C, la sua carriera ha una svolta quando nel 2003 passa all'Avellino contribuendo a quattro promozioni in Serie B degli irpini; in quella del 2005 segna il primo dei due gol decisivi nella finale play-off contro il Napoli, la squadra della sua città. Oltre che con la compagine biancoverde gioca in Serie B anche con l'Ancona, il Venezia e il Messina, cui lascerà un ottimo ricordo,  e poi in Serie C1 con la Juve Stabia.

Terminata l'esperienza col Salerno Calcio (con cui ha realizzato 22 gol decisivi per il salto di categoria), Biancolino torna all'Avellino, dichiarando in conferenza stampa che, essendo un fervente tifoso avellinese, ha deciso di non rimanere a Salerno per evitare di giocare con i colori della rinata Salernitana.

 Torna al gol con la maglia dei lupi il 9 settembre 2012, realizzando un rigore decisivo a Carrara nella seconda giornata di campionato  anche se, molto probabilmente, il gol più pesante in quella stagione lo sigla nel derby di ritorno al Partenio-Lombardi contro la Nocerina, consentendo all'Avellino di vincere la partita. E' il secondo miglior marcatore di sempre dei biancoverdi dietro Castaldo. Svincolatosi dall'Avellino al termine della stagione 2013-2014, il 4 agosto 2014 viene ingaggiato dal Barletta, militante in Lega Pro.

Biancolino
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.