Sta per cominciare la stagione più folle di sempre in Italia

Ricorsi, richieste assurde di società, ripescaggi impossibili, fidejussioni false: ecco le ultime news

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(338 articoli pubblicati)
Italian Football Federation Panchine DOr

Partiamo dai fatti, prima che dalle parole.

La richiesta di Bari e Avellino (di ripartire dalla Serie C)  e le speranze di Messina e Taranto sono pari a zero.

C'è chi si è adeguato (Messina e Taranto), c'è chi invece non accetta le regole come la nuova società di  De Laurentis e come gli irpini.

L'estate più folle di sempre, dove una riflessione è necessaria: il calcio italiano deve remare verso una unica direzione o sarà il fallimento totale.

Settecentomila ragioni (in euro) hanno spinto la Lega di Serie B a formare un campionato di sole 19 squadre bloccando i ripescaggi di  Catania, Novara e Siena (o Entella, se il Cesena  verrà penalizzato per la famosa storia delle compravendite gonfiate).

Una questione di soldi da dividersi che aumenterebbero, appunto a 700.000 euro, solo se le squadre fossero 19.

E' regolare?  Ovviamente no, ma il silenzio della Figc, che stava intanto cercando una strada per il Bari (e sarebbe stata una nuova violazione) che fosse politica per ripartire dalla Serie C (e che avrebbe, come più volte detto, portato tra i professionisti anche il Messina) è stato assordante.

Il comunicato: “L’Avv. Giancarlo Viglione comunica che ieri, su incarico del Presidente Gabriele Gravina, ha notificato,  nell'interesse  della Lega Pro, una diffida al Commissario Fabbricini affinché non adotti il provvedimento annunciato dalle Agenzie di stampa con il quale modificherebbe il “Format Serie B” portandole squadre da 22 a 19 già per la stagione 2018 – 2019. Nella diffida si è evidenziato come tale provvedimento risulterebbe in palese contrasto con gli artt. 49 e 50 delle NOIF (Norme Organizzative Interne della F.I.G.C.)".

Il richiamato art. 50  dispone, infatti, che la modifica dell’ordinamento dei Campionati debba “entra(re) in vigore dalla seconda stagione successiva a quella della sua adozione”. In altri termini anche laddove si volesse modificare il “Format Serie B” la modifica non potrebbe certamente avvenire a decorrere dalla stagione sportiva 2018-2019 bensì “dalla seconda stagione successiva a quella della sua adozione”.

Alcuni giornali oggi hanno titolato:  "Grande attesa Fabbricini. Verso il no al Format 19": molte testate hanno  aperto così la pagina dedicata al caos del calcio italiano. In sintesi:  "Una reazione a catena. Dopo il colpo di mano della Lega B sul format a 19 squadre, ora a minacciare il veto è la Lega Pro. Già dalla sera di venerdì si respirava una brutta aria da Firenze, con 13 club che già erano in rivolta contro la possibilità di ammettere il Bari in Serie C, appresa la notizia di altre cinque squadre in cascina (Ternana, Pro Vercelli, Siena, Catania e Novara, praticamente tutti quelli che ambivano al ripescaggio di tre posti e poi esclusi), ed ecco il guizzo contrapposto: lettera di diffida al commissario straordinario della Figc, Fabbricini  (e per presa visione anche alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Coni),  firmata dai vertici della Lega Pro di Gravina".

La Lega di Serie C ha infatti posto in essere una vera e propria diffida alla lega di  Serie B (e dunque alla FIGC) in caso di blocco dei ripescaggi.

Le regole, e forse ce ne dimentichiamo (ma in Italia come ben si sa non hanno mai valore finché non sono contro di noi), sarebbero chiare per tutti.

I format dei campionati non potrebbero essere modificati se non con una stagione di anticipo.  Era davvero impossibile non stabilire alla fine della stagione scorsa di fare sei retrocessioni dall'anno prossimo per scendere a venti squadre? Era la soluzione più percorribile ma ovviamente le cose semplici a "soloni" del nostro calcio non piacciono e dunque caos assoluto.

Anche in C tutti hanno provato a cambiare tutto, a chiedere ammissioni assurde (ultima quella dell'Avellino appena nato che ha mandato i documenti per entrare nella categoria sin da subito).

E' un ridicolo tutti contro tutti. Da fermare subito!

Italian Football Federation New Presiden
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.