Catania e Novara in B, sarà la politica a decidere i ripescaggi in C

Gravina vuole le 60 squadre, ma il Bari nuovo di De laurentis rischia di far saltare la wild card promessa al Messina

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(75 articoli pubblicati)
827045644jpg

La Corte di Appello Federale ha confermato il verdetto del Tribunale Federale sul ricorso presentato dal Novara, riguardante la norma relativa ai criteri di ripescaggio che escludeva dal ripescaggio in Serie B le società penalizzate per illeciti amministrativi nelle stagioni 2015/16, 2016/17 e 2017/18. Confermando l'annullamento della norma, Novara e Catania sono ufficiosamente ripescate in Serie B, in attesa della conferma definitiva da parte della Federazione della lista delle squadre iscritte al campionato cadetto della prossima stagione. Al Novara e al Catania dovrebbero spettare due dei tre posti liberati da Bari, Cesena ed Avellino. Il terzo posto, probabilmente, andrà al Siena.

Intanto Gravina ha dichiarato: "Lunedì il Consiglio direttivo deciderà la nuova data in cui stilare i calendari che probabilmente sarà il 22 agosto. E ci sarà anche una riflessione sulla data di inizio del campionato che, probabilmente, slitterà a settembre. Ancora una volta, purtroppo, siamo costretti a subire una serie di negatività esterne dovute all'applicazione di norme che mostrano come una riforma del sistema sia indifferibile".

Siamo al 1° agosto e non sappiamo né quante né quali squadre ci saranno in Serie C. Una sola squadra B, la Juventus. E poi tante seconde squadre mascherate con accordi tra club di A e C.

La Serie B vorrebbe subito passare a 20 squadre.
"Ci sono delle norme da rispettare. È indispensabile un progetto di riforma, questo è certo, ma bisogna farlo con tutte le componenti sedute intorno allo stesso tavolo, con le responsabilità che dovranno ricadere su tutte le parti che compongono il sistema calcio".

Ricapitolando: non si arriverà a 60 squadre, non si sa quante ne verranno ripescate né quante saranno ripescate, con Prato e Como che se la giocheranno probabilmente al Coni. In più i calendari sono slittati e, probabilmente, anche l'inizio del campionato. Ogni anno sempre peggio?
"No, non è sempre peggio. Questo è uno showdown, una resa dei conti. Siamo arrivati al punto in cui tutti hanno capito gli alert che abbiamo lanciato a lungo: si è finalmente capito che non dicevamo delle stupidaggini su determinate questioni ma che eravamo stati lungimiranti, grazie al fatto che conoscevamo questo mondo. Lo slittamento di calendari e, probabilmente, campionati, va in questa direzione: pur potendo iniziare il 26, abbiamo chiesto un atto di riflessione ulteriore per tutti, lanciando un messaggio: vogliamo partire con qualità e certezze, non con X e Y".

Chiusura sul commissariamento: l'effetto Fabbricini non sta portando gli effetti sperati.
"Non discuto l'uomo Fabbricini. Dico solo che sono contrario per mia forma mentis ai commissariamenti e, quindi, la federazione ha bisogno di una governance. Tutte queste problematiche, infatti, vanno affrontate da una governance capace e di qualità, eletta democraticamente".

Il rinvio dei calendari impone una nuova riflessione: si stanno creando degli spazi per potere arrivare alle 60 squadre in serie C.  Quindi Como e Prato potrebbero essere ripescate in lega pro grazie al CONI. Soprattutto i lariani, e sarebbe una decisione politica, come quella di dare fuori graduatoria la promozione a tavolino al Messina. I segnali sono contrastanti. Se dovesse intervenire Malago', i peloritani sarebbero ripescati. Ma sono solo illazioni, è il Bari che passando a De laurentiis ha sparigliato le carte. Infatti con una proprietà autoctona Gravina avrebbe caldeggiato una  wild card ai pugliesi e quindi al Messina

 Ora tutto è cambiato. Ma il rinvio è un buon segno. Sarà la politica, e non le regole, a decidere chi parteciperà alla C.

FIGC Meeting At Italian Olympic Committe
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.