Caos Brescia, si salvi chi puo’: Balotelli out , Cellino cosa combina?

Il presidente sardo riesce nell'impresa di disintegrare il bel progetto che aveva realizzato

di Luca Sala
Luca Sala
(201 articoli pubblicati)
Serie A Fixture Unveiling

Fosse la prima volta che le rondinelle retrocedono dopo appena una stagione nella massima categoria  potremmo gridare allo scandalo, ma da quelle parti ci sono purtroppo per loro ampiamente abituati, forse dovrei scrivere abbonati!

Quello che sta succedendo quest'anno pero' e' il Massimo, inteso come Cellino ,un padrone assoluto che fa e disfa a seconda di come scende dal letto la mattina al risveglio.

Vedere i suoi precedenti per credere, la prima  caratteristica rimane da sempre e per sempre quella di ingordo mangia allenatori, anche nel suo  miglior periodo a Cagliari penso abbia cambiato piu' tecnici che giocatori, mostrando parimenti un piglio arrogante e sprezzante verso di loro francamente evitabile.

In tempi non sospetti tutti noi decantammo la sua scelta bresciana venuta dopo  il Presidente eterno Gino Corioni capace pure lui di alti e bassi che logorarono l'ambiente dopo tanti anni ,ma al confronto  autentico gentiluomo dal fiuto cristallino per i grandi giocatori come Hagi, Pep Guardiola .Pirlo ,Toni  e soprattutto Roberto Baggio  , in assoluto il suo inarrivabile capolavoro, con l'insuperabile  record delle quattro salvezze consecutive grazie a Carlo Mazzone   mister perfetto per riuscirci   , il miglior valorizzatore di uomini prima che campioni.

Il Brescia dei  nostri  tempi lo definii  in diversi articoli squadra rivoluzionaria rispetto alle altre per il massiccio impiego di calciatori italiani e  addirittura bresciani  come il buon Eugenio Corini sulla panchina, creando l'alchimia perfetta per vincere  meritatamente lo scorso  campionato cadetto . Periodo d'oro anche a livello strutturale con adeguamento di centro sportivo e soprattutto del vecchio stadio Rigamonti finalmente diventato buon salotto dei freddi sportivi bresciani accorsi letteralmente ad abbonarsi in diecimila alla riconquistata serie A, questa si' una vera impresa  . Cellino si confermava autentica rockstar popolare con l'ingaggio di Mario Balotelli, tornato davvero a casa, preludio di qualcosa di veramente speciale come lasciava intravedere l'avvio della nuova stagione.

Buono infatti l'impatto nella massima  categoria senza troppe sofferenze, ma appena le cose si sono leggermente complicate ecco svelarsi il solito guastatore in Massimo Cellino che rimuoveva l'allenatore in men che non si dica affidando la squadra ad uno sprovveduto Fabio Grosso che durava ovviamente il minimo per fare comunque il massimo danno, zero gol e zero punti . Una catastrofe cui il presidente poneva rimedio richiamando Eugenio Corini che secondo me ebbe il torto di accettare .

La pantomima sarda riservava ovviamente il terzo capitolo con il licenziamento bis del tecnico in favore di un altro pallino estemporaneo presidenziale ossia l'uruguagio Lopez, con cui la situazione precipitava soprattutto riferendoci al rendimento di SuperMario, al solito  classico capro espiatorio.

Finora le sue 5 reti ne fanno il capocannoniere, ma complice la lunga sosta dovuta al coronavirus  Mario non ha nascosto certo tutto il suo disimpegno verso una squadra letteralmente allo sbando e mal guidata dietro la scrivania e dalla panchina , favorendo volontariamente e consapevolmente il licenziamento puntualmente arrivato .

Tutti hanno sbagliato, per il giocatore non e' che l'ennesimo fallimento con l'aggravante di esserci riuscito anche dove e' diventato uomo e calciatore, tuttavia si sono creati a mio avviso tutti i presupposti perche' una squadra e una societa' seria tutto d'un tratto si  trasformasse in una barzelletta che fa solo piangere gli sportivi bresciani e non.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.