Alla scoperta della Serie B 2018/19 (parte 4)

Lente d'ingrandimento sulle 19 squadre (Collegio di Garanzia del CONI permettendo) che prenderanno parte al campionato cadetto

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Perugia Calcio v Frosinone Calcio - Seri

CREMONESE: Che la Cremonese sia una squadra ambiziosa lo si era capito già non solo l'anno scorso, ma sin dalla Serie C, con uno spendi e spandi incredibile in ogni sessione di mercato estiva. Quest'anno non fa assolutamente eccezione, poiché il patron Arvedi ha voluto consegnare a mister Mandorlini una squadra competitiva non solo per la permanenza in B, ma anche per fare un pensierino ai play-off, non sia mai ci scappi un ritorno in Serie A a sorpresa. Certo, alcuni pezzi grossi hanno abbandonato la nave (Juanito Gomez, Paulinho, Ujkani, Porcari, Pesce, Scappini, Macek, Cavion, Canini, Mokulu, Scamacca e chi più ne ha e più ne metta), ma i volti nuovi sono comunque giocatori molto validi per la categoria. In porta è arrivato l'ex di Avellino e Salernitana Radunovic, che però ha il problema di alternare grandissime parate ad errori madornali, ma è giovane e quindi saprà migliorarsi; per la difesa, sono arrivati difensori di categoria quali Mogos, Kresic, Migliore, Del Fabro e, soprattutto, l'ex Frosinone Terranova, grande colpo last minute della dirigenza grigiorossa, i quali andranno ad affiancare gli esperti Claiton e Renzetti; a centrocampo si segnalano gli acquisti di giovani interessanti quali Emmers dall'Inter,  Gabriel Strefezza dalla SPAL, Picchi dall'Empoli e Boultam dall'Ajax, oltre a vecchie volpi della categoria come Castagnetti e Greco, mentre importante è stato il rinnovo del prestito dalla Fiorentina di Castrovilli; in attacco, le uniche novità sono rappresentate dagli ex Ternana Carretta e Montalto, i quali andranno ad affiancare Piccolo e capitan Brighenti. Importanti anche le permanenze degli esperti Perrulli, Arini e Croce a centrocampo. Parola d'ordine: evitare i patemi dell'ultimo finale di stagione che potevano costare addirittura la permanenza nella categoria. I lombardi, questa volta, non dovranno farsi cogliere impreparati.

CROTONE: Checché ne dica l'esordio disastroso stagionale della compagine pitagorica sotto la sapiente guida di Giovanni Stroppa contro il Cittadella, il Crotone resta comunque, ad oggi, la squadra con il miglior organico della Serie B, essendo stata una delle squadre ad aver cambiato di meno rispetto alla scorsa stagione. Sicuramente c'è stata la classica smobilitazione che caratterizza tutte le squadre della cadetteria, ma lo zoccolo duro è rimasto pressoché intatto e questo crea dei presupposti per una stagione ad alti livelli in quel di Crotone. Avere in Serie B giocatori del calibro di Cordaz, Barberis, Rohden, Stoian, Simy, Nalini, Benali e Barberis rappresenta un lusso che poche squadre possono permettersi e tutto questo nonostante le partenze di F. Ricci, Trotta, Mandragora, Ceccherini, Ajeti e Simic. Tra i nuovi arrivi spiccano soprattutto i nomi di Firenze (rientrato dal prestito a Venezia) e Molina, giocatori giovani e di talento, come lo è pure il difensore ex Avellino Marchizza. Sempre in difesa, il duo Ursino-Porchia ha voluto affidare le chiavi del reparto ad un giocatore d'esperienza come l'ex Lugano Golemic, reduce dall'Europa League con la formazione ticinese. Questo dovrà essere l'anno della consacrazione per il giovane ex Milan Zanellato, di cui si parla un gran bene, e dovrà essere utile alla causa anche Budimir, giocatore da ritrovare dopo le ultime due stagioni sottotono e che ha bisogno di ritornare lo stesso trascinatore della prima storica promozione dei calabresi in Serie A. A proposito di massima serie, proprio da lì provengono il difensore Vaisanen e i giovani argentini Curado e Spinelli, entrambi in prestito dal Genoa; proprio Spinelli sarà la vera e propria scommessa degli Squali in vista della stagione entrante. Se tutto va per il verso giusto, il ritorno in massima serie dovrebbe arrivare in pompa magna, ma la Serie B è un campionato infame e il rischio di impantanarsi resta altissimo (vedi Palermo l'anno scorso).

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.