Alla scoperta della Serie B 2018/19 (parte 1)

Lente d'ingrandimento sulle 19 squadre (Collegio di Garanzia del CONI permettendo) che prenderanno parte al campionato cadetto

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Perugia Calcio v Frosinone Calcio - Seri

In attesa di scoprire il verdetto del Collegio di Garanzia del CONI riguardante la situazione dei ripescaggi (sentenza definitiva prevista per il 7 settembre), la Serie B si appresta a partire con 19 squadre (visti i fallimenti di Cesena, Bari e Avellino) e solo tre di queste potranno ambire al salto di categoria, mentre quattro o cinque (play-out incluso) saranno, invece, le posizioni da evitare per non cadere nel baratro della Serie C. Andiamo a scoprire le formazioni protagoniste di questa travagliata stagione calcistica nei cadetti.

ASCOLI: Stagione difficile quella passata per il Picchio (ora tornato ad essere Ascoli Calcio), costretto a rincorrere la salvezza per tutto il girone di ritorno con Favilli infortunato e con Cosmi chiamato a salvare baracca e burattini dopo i disastri della gestione Fiorin-Maresca, la quale aveva portato la squadra a concludere il girone d'andata nel fondo della classifica. Dopo una rimonta clamorosa culminata nella salvezza al play-out contro la Virtus Entella, la dirigenza ascolana ha deciso di voltare pagina e ricostruire praticamente ex-novo la squadra per poter affrontare un campionato più tranquillo in vista della stagione entrante. Salutato Cosmi e lasciati andare alcuni tra i protagonisti della rimonta-salvezza quali Favilli, Monachello, Agazzi, Buzzegoli, Mogos, Cherubin, Bianchi, Kanoute, Gigliotti, Clemenza e Lores Varela, il ds Tesoro ha portato in dote al nuovo tecnico Vivarini giocatori di sicuro affidamento e giovani talenti da formare. Innanzitutto, si segnala il ritorno di Beretta nelle Marche dopo la non esaltante esperienza a Foggia e l'arrivo di un attaccante di spessore qual è Matteo Ardemagni (svincolatosi dal defunto Avellino), il quale avrà il compito di affiancare Simone Ganz; poi, ci sono stati arrivi di giocatori di categoria quali Kupisz, Casarini, Cavion e Zebli a centrocampo e di Brosco, Valentini, Ingrosso e D'Elia in difesa, mentre in porta dal Lecce è arrivato l'affidabile Perucchini, il quale lotterà con Lanni per un posto da titolare. Per quanto riguarda i giovani, saranno sicuramente da tenere d'occhio il vice-campione d'Europa under-19 Frattesi e il senegalese scuola Roma Coly. Il vero colpo di mercato è rappresentato dall'ex di Genoa ed Empoli Ninkovic, chiamato a fare la differenza in un organico di spessore ed ambizioso, mentre la scommessa sarà il giovane attaccante belga Ngombo, preso a costo zero dal Bari. La permanenza nella categoria non dovrebbe rappresentare un grosso problema per l'Ascoli, ma i presupposti per fare un campionato più ambizioso ci sono tutti.

BENEVENTO: La prima e unica stagione in A per le Streghe si è conclusa con una rovinosa retrocessione maturata dopo un disastroso girone d'andata concluso a soli 4 punti. Nonostante ciò, le ambizioni della squadra del patron Vigorito non si sono ridimensionate e subito si è iniziato a costruire una squadra competitiva per centrare l'immediato ritorno nella massima serie. Certo, il tecnico De Zerbi ha lasciato il club per accasarsi al Sassuolo (al suo posto è arrivato Bucchi), molti dei grandi colpi del mercato di gennaio hanno trovato sistemazione altrove (vedi Sandro, Sagna, Guilherme, Diabate, Djuricic e Tosca) e, oltre a loro, hanno salutato anche Brignola, Brignoli, Djimsiti, Iemmello, Memushaj, Venuti, Lucioni e molti altri, quindi, in altre parole, chi sarà protagonista nel Benevento di quest'anno? Innanzitutto, Puggioni è rimasto come anche i ricercati Letizia e Viola, in più sono arrivati giocatori di grande esperienza e dal curriculum formidabile quali Maggio e Nocerino, chiamati a fare la differenza in una squadra che punta il salto di categoria. L'attacco è stato completamente restaurato con gli arrivi di R. Insigne, Buonaiuto, Asencio, F. Ricci ed Improta, mentre a centrocampo si segnalano gli arrivi di Tello, Bukata (la scommessa dei sanniti) e Bandinelli. In difesa troviamo Volta, Di Chiara (rientrato dal prestito a Carpi) e Tuia e in porta Montipò. La Serie A, con questa rosa, è fattibile.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.