Serie A al giro di boa, i pronostici sono stati rispettati?

Analizziamo questo girone d’andata, confrontandolo con le aspettative che ci eravamo posti a inizio campionato

di Giorgia Petrone
Giorgia Petrone
(11 articoli pubblicati)
Inzaghi e Immobile

È stato il monday night con protagoniste Parma e Lecce a concludere il girone d’andata della Serie A 2019/20. Una Serie A molto avvincente, come tutti speravano. Esaminiamo tutti i dettagli. 

Triangolo scudetto

Come pronosticato ad agosto, la Juventus continua ad essere la favorita per il titolo: con la vittoria conquistata a Roma, i bianconeri si sono riconfermati Campioni d’Inverno. La strada non è stata facile, anzi: Sarri ha riscontrato non pochi problemi, e il primo è stato proprio l’Inter di Conte, che dista solamente due punti dalla “Vecchia Signora”. Appena dietro, c’è, inaspettatamente, una Lazio straripante, che pochi si sarebbero aspettati così in alto. 

Ultime fermate per la corsa Europa

Atalanta e Roma, a pari punti, sono nella loro “comfort zone": lontane dai primi posti, ma anche dal Cagliari sesto in classifica. A proposito dei sardi, si trovano esattamente dove pensavamo sarebbero arrivati: zona Europa League. Appena a due punti di distanza, troviamo una serie di squadre, tra cui la grande delusione Napoli e la sorpresa Verona, raggruppate nel giro di pochi punti: chi per dovere (Napoli, Milan), chi per il gusto di provarci (Verona, Parma), dovrà velocizzare il passo perché i biglietti per le due Europe si allontanano. 

Attenti alla zona B!

Se per Lecce, SPAL e Brescia era prevedibile un piazzamento in zona retrocessione, per Samp, Genoa e Fiorentina, questa prima parte di campionato è stata una grande delusione; avevamo previsto una lotta per lo meno per posti di metà classifica, se non per l’EL; invece, mentre i rossoblù sono terzultimi, i blucerchiati e i viola, accompagnati dal Sassuolo, occupano i posti appena sopra la zona rossa della classifica. 

Le sorprese

Tra le squadre più belle non si può non citare la Lazio di Inzaghi, della quale non eravamo neanche convinti potesse lottare per la Champions, e invece si ritrova sul podio della Serie A.

Nonostante il piazzamento in zona Champions sia durato poco, anche il Cagliari sta facendo un campionato strepitoso, sebbene il calo di rendimento delle ultime partite. 

Un altro protagonista è sicuramente Juric, che sta guidando un magnifico Verona verso le zone medio-alte della classifica.

Le delusioni

Inspiegabile l’involuzione del Napoli, che secondo Ancelotti era pronto a lottare per lo scudetto, e invece a seguito di episodi inspiegabili si ritrova fuori dalla corsa al tricolore e con la qualificazione in Champions che si allontana sempre di più.

Ci si aspettava un minimo d’impegno da parte del Milan, pensavamo che potesse addirittura ambire alla Champions, ma contrariamente si ritrova a pochi punti dall’Europa League. Ci penserà Ibrahimovic a farlo ritornare grande? 

Quel che è certo è che un campionato così accattivante non lo vedevamo da tempo; non ci resta che goderci la seconda metà. 

Fonte: l'autore Giorgia Petrone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.