Bentegodi felice per l’Inter che vince nonostante Samir Handanovic

La papera del portiere, ennesimo errore di un periodo buio, ha rischiato di compromettere la settima vittoria consecutiva dei nerazzurri

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(404 articoli pubblicati)
Lukaku

 Mentre Eriksen torna in Danimarca per assistere la moglie che sta per partorire, rinunciando ai 5 minuti della partita che gli avrebbe offerto Conte, al Bentegodi i nerazzurri ottengono il settimo successo consecutivo e continuano a sognare lo Scudetto.

La Juventus è lontanissima e in crisi, mentre l'Inter sembra sempre più convinta di potere ottenere l'agognato titolo (ormai l'ultimo obiettivo della stagione dopo la vergognosa campagna europea).

Inarrestabile la marcia della squadra di Conte, che si sveglia nella ripresa (come sempre) e supera il rimaneggiato, ma sempre ostico Verona di Juric! Una vera sorpresa i veneti, con molti giovani, un tecnico bravissimo a esaltarne le caratteristiche. Le grandi hanno sempre sofferto contro i gialloblù e quindi la vittoria del Bentegodi vale platino.

Il 2020 consegna quindi all'Inter ambizioni serie di vittoria del campionato: la rosa, che verrà ritoccata a Gennaio, sembra idonea all'obiettivo. Mai come quest'anno.

Lukaku vola, anche se non ha segnato è stato anche a Verona fondamentale, mentre il suo gemello diverso Lautaro Martinez ha ritrovato la rete dopo un mese e sta salendo di condizione. La super coppia della scorsa stagione sta tornando.

Sulla destra entusiasma Hakimi, che ha giocato la sua migliore partita da quando è arrivato dal Borussia D.: strappi da quattrocentista fino all'ultimo minuto, un freccia acuminata nella difesa avversaria. Un giocatore formidabile, che ormai ha superato il periodo di ambientamento.

Tutto bellissimo? Non sempre. Troppe difficoltà di approccio alla gara, un problema che si ripete sempre. 

E poi Samir Handanovic: il suo errore che ha causato il momentaneo pareggio di Ilic, è da penna rosso fuoco! Un imperdonabile leggerezza che poteva costare molto cara all'Inter.

Il capitano, assieme a Gagliardini, è bersaglio social da settimane per le sue prestazioni deludenti. L'anello debole, che una volta era il punto di forza, sta mostrando i segni dell'età e distrazioni incomprensibili. 

Il caso Handanovic va risolto prima o poi: bisogna fare chiarezza! Conte si fida del suo numero 1, i tifosi molto ma molto meno.

Skriniar invece, correo ma non troppo dell'errore del suo portiere, si è riscattato realizzando una rete di testa bella e decisiva: dopo un anno non positivo, sta tornando la roccia perfetta a completare la difesa a tre dei nerazzurri.

Lautaro
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.