Quattro sconfitte in fila: torna il fantasma Guidolin

Serie negativa per l'Udinese, crescono le critiche e la panchina traballa

di Gianmarco Puglisi
Gianmarco Puglisi
(24 articoli pubblicati)
ACF Fiorentina v Udinese Calcio - TIM Cu

Casa Udinese: dopo otto punti conquistati nelle prime cinque sono arrivate le quattro sconfitte in fila con Lazio, Bologna, Juve e Napoli. Analizzandola forse non era così imprevedibile la striscia negativa, ma sicuramente non perdonabile. 

La squadra è arrivata alla gara della prima sconfitta con la Lazio molta carica, ma non è riuscita ad agguantare un pareggio che sarebbe stato più che meritato. La gara a Bologna un misto tra sfortuna e inesperienza, i bianconeri dopo aver dominato il primo tempo ed essere passati in vantaggio si sono fatti recuperare e sorpassare da una squadra abbordabile: una sconfitta figlia di un gioco forse troppo teorico e che manca di pragmatismo. Poi arrivano i due mostri sacri Juventus e Napoli con cui sicuramente potevano starci due sconfitte… ma fino a un certo punto. Dopo due disfatte i tifosi si aspettano che la voglia di rivalsa nei loro 11 prevalga sulla superiorità avversaria, soprattutto se davanti a loro si presenta una curva del genere, sempre pronta a sostenerli, nel bene e nel male. Invece la squadra si è mostrata a tratti svogliata.

Vederli camminare in campo quando sugli spalti si dà l’anima è uno smacco. La grinta, quella che è mancata per gran parte delle scorse stagioni sta tornando ad essere un limite in Friuli. Le conseguenze sono intuitive, iniziano a bussare i fantasmi più temuti. E il più temuto a Udine è Guidolin ricordando i suoi successi in terra friulana.  Quando si parla di pragmatismo calcistico è uno dei primi che viene in mente. Ai suoi tempi anche con una cattiva prestazione l’1-0 si portava a casa, e purtroppo in questo sport il risultato è l’unica cosa che conta. Quando c’era il Guido non si parlava di serie negative ma di 8-10 vittorie consecutive, ovviamente anche grazie a campioni del calibro di Sanchez e Totò (non serve specificare nome e cognome). Negli scorsi anni l’allenatore di Castelfranco Veneto ha sempre detto di no alle avance di Pozzo, dicendosi soddisfatto del rapporto con cui si era conclusa la sua avventura a Udine. Ma chissà che non gli abbia fatto male assistere da commentatore alla gara di sabato alla Dacia Arena, senza poter smuovere i giocatori, dandogli una strigliata a modo suo negli spogliatoi per rovesciare le sorti della gara. Per ora resta salda la fiducia a Velazquez, ma la pazienza è poca. Occhio: gli amori fanno giri immensi ma poi ritornano, e Guido non è ancora tornato.

Fonte: l'autore Gianmarco Puglisi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.