Torino: patron Cairo presenta Moreno Longo. Filadelfia sempre aperto

Senso di appartenenza e risultati. Così si è presentato Moreno Longo ai tifosi. Gli allenamenti saranno a porte aperte. Sarà da stimolo per i tutti

di Antonio Chiera
Antonio Chiera
(85 articoli pubblicati)

Il presidente Cairo: “La notizia la sapete già. Abbiamo fatto i comunicati sia relativamente alla conclusione del rapporto con Mazzarri sia relativamente all’arrivo di Moreno Longo. Per quanto riguarda Mazzarri, quella di lasciarsi è stata una decisione comune sfociata in una risoluzione consensuale; era il momento di farlo e lui stesso ne era consapevole. Per quanto riguarda Moreno, lui è una vecchia conoscenza per me, in particolare per tutti i tifosi del Torino. Lui ha esordito qui come calciatore di serie A dopo essere cresciuto nelle giovanili. Poi è ritornato nel settore giovanile; con Massimo Bava si era già incontrato nel Canavese, lì hanno cominciato insieme. Si sono ritrovati al Torino e abbiamo fatto tante cose bellissime, abbiamo ottimi ricordi per quanto fatto dalla Primavera in quegli anni, con una finale scudetto persa e un’altra vinta contro la Lazio di Simone Inzaghi a Chiavari. Poi, sempre contro la Lazio, ha vinto nell’ottobre successivo la Supercoppa. Da lì, nel giugno 2016 una sera ci siamo incontrati in ristorante. Moreno aveva ancora un anno di contratto. Lui mi disse: “Al Toro ho fatto tutto quello che dovevo fare, abbiamo ottenuto risultati e fatto crescere prospetti per la prima squadra. Adesso vorrei provare a cimentarmi con i grandi perchè credo sia venuto il momento”. Io non mi opposi, lo lasciai libero. Poi gli dissi: tanto ti sto soltanto dato in prestito, ritornerai sicuramente un giorno. Da lì ci siamo tenuti in contatto. Gli mandai un messaggio dopo Frosinone-Foggia, l’ultima partita della serie B che avrebbe dovuto decretare la promozione dei ciociari ma all’ultimo minuto la sua squadra prese gol. Vidi i giocatori del Frosinone disperati. In quell’occasione gli mandai un messaggio per incoraggiarlo. Poi dopo il playoff ce la fecero davvero. Oggi si avvera il suo ritorno qui, sono contento di dargli il bentornato e gli faccio un grande in bocca al lupo per questa stagione, poi vedremo”.

Moreno Longo: “Ringrazio per l’opportunità questo club. Mi hanno dato un’opportunità che non si poteva rifiutare. Torno a lavorare in una piazza alla quale ho dato e dalla quale ho ricevuto parecchio. Ho vestito nel 1987 per la prima volta la maglia granata e questo crea in me un senso di appartenenza che è la base per raggiungere i risultati”.

L'affondo di Lecce: “Dobbiamo pensare in positivo. Approcciare le cose da fare con autostima, già dall’allenamento di questa sera. Credo che la squadra abbia delle buone possibilità che nell’ultimo periodo non è riuscita ad esprimere. Bisogna sgomberare il campo dagli atteggiamenti pessimistici e fare leva sulle condizioni mentali che facciano e che il livello di ogni giocatore sia quello che era abituato a dare”.

L'ambiente: “E’ una tifoseria che conosco bene e che stimo perchè so che apporto può dare. Mi auguro che il mio arrivo possa essere un motivo per ricreare un clima di positività tra squadra e tifosi. Poi sono consapevole che dobbiamo essere noi a trascinare i nostri tifosi offrendo prestazioni all’altezza del blasone della società e delle qualità della squadra. Comunque spero che per primi i tifosi si stringano intorno alla squadra per cercare di sovvertire una stagione che ha ancora molto da dare da qui alla fine”.

Filadelfia: “Il Filadelfia per quanto sarà possibile, e spero di poterlo fare per più giorni alla settimana, verrà aperto. Voglio sottolineare che diventa per me, per i giocatori, per la società, un gesto quasi naturale, per alimentare un clima di positività intorno alla squadra. Vogliamo dare ai tifosi la possibilità di starci vicino. Credo che per loro poter seguire i propri beniamini anche durante la settimana possa essere importante. Sono cresciuto con quel piazzale aperto, so cosa vuol dire poter stare lì a chiacchierare di Toro. Mi auguro che, facendo questa scelta, venga rispettata quella che è la qualità degli allenamenti: i giocatori devono essere nelle condizioni di lavorare come fatto fino ad ora”.

Leggi anche qui la presentazione

Presentazione Moreno Longo
Fonte: l'autore Antonio Chiera

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.