Sorrentino è un muro, la Roma si ferma a Verona

Il portiere del Chievo compie numerosi interventi prodigiosi, tra i quali uno con un piede su un tiro deviato di Schick

di Sergio Camal
Sergio Camal
(42 articoli pubblicati)
sorrentino

Doveva essere la partita che avrebbe fatto rientrare prepotentemente la Roma tra le primissime della classe. E' stata la partita di Stefano Sorrentino, che si è rivelato un muro invalicabile contro cui la compagine di Di Francesco ha dovuto sbattere, senza riuscire a buttarlo giù. In gran spolvero anche un altro "vecchietto" terribile, Aleksandar Kolarov, ex Lazio, acquistato quest'estate dalla Roma dal Manchester City per 5 milioni di euro, sicuramente il migliore in campo per i giallorossi ieri. Roma che ha creato almeno 7/8 palle gol nitide e clamorose, la maggior parte delle quali sventate dal 38enne portiere dei clivensi.

Tanto decisivi, quanto clamorose le parate su Gerson e sul tiro di Schick, deviato da un difensore gialloblù. Roma anche sfortunata in occasioni del tiro cross di Kolarov e nel tap-in fallito da Dzeko. Chievo che porta a casa un punto insperato, Roma che dovrà fare mea culpa per il mancato cinismo e l'assenza di cattiveria sotto porta. La squadra di Maran sale a 21 punti, raggiungendo il Bologna (fermato dal Milan, a San Siro, per 2-1) al nono posto. De Rossi e compagni restano al quarto posto solitario, con 35 punti.

Fonte: l'autore Sergio Camal

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.