Sassuolo rimandato, il Benevento si mangia le mani

Neroverdi chiamati a un esame di maturità con molte assenze, superato con riserva. Arrivano i tre punti, ma il Benevento domina e spreca molte occasioni.

di Giovanni Paolini
Giovanni Paolini
(2 articoli pubblicati)
Sassuolo Benevento

Si è conclusa la prima partita della 11a giornata di Serie A, andata in scena al Mapei Stadium e che ha visto affrontarsi il Sassuolo di De Zerbi e il Benevento di Filippo Inzaghi. Porta a casa i tre punti la squadra emiliana che sale momentaneamente al secondo posto in classifica al termine di una prestazione di sofferenza che vede il Benevento mangiarsi le mani. Indisponibili Caputo e Defrel, De Zerbi opta per il falso nove Djuricic con a supporto Maxime Lopez e stravolge la catena sinistra dando un'opportunità da titolare ad Haraslin, con Kyriakopoulos nei quattro di difesa al posto di Rogerio. Per la squadra campana parte dalla panchina Roberto Insigne in favore di Improta, si rivede Schiattarella in cabina di regia e viene schierato Barba come terzino sinistro bloccato per lasciar più libero un sempre più ispirato Gaetano Letizia. 

La partita si sblocca dopo appena cinque minuti quando Tuia commette un ingenuo fallo di mano in area di rigore dopo una bella azione verticale orchestrata da Haraslin e Maxime Lopez. Trasforma con freddezza Berardi che sale a cinque marcature stagionali e sembra indirizzare la partita in discesa per i neroverdi, chiamati a un esame di maturità da alta classifica. Contrariamente alle previsioni, il Sassuolo non riesce a sfruttare la situazione di vantaggio e si fa schiacciare nella propria metà campo da un Benevento ben messo in campo e intraprendente. Il baricentro delle Streghe si alza di una ventina di metri abbondanti senza aprire gli spazi alle ripartenze della squadra di casa. Le occasioni stentano comunque ad arrivare e si va negli spogliatoi sul risultato di 1-0. 

La ripresa è uno shock per il Sassuolo. Haraslin commette un fallo pericolosissimo su Letizia che miracolosamente esce incolume dallo scontro. Espulso lo slovacco dopo l'intervento del VAR che invita il giovane arbitro Sozza (terza direzione in Serie A e grande carattere mostrato in una partita complicata da gestire) a optare per il cartellino rosso. De Zerbi passa al 4-4-1 inserendo Raspadori come riferimento offensivo e Boga sulla sinistra per sfruttarne le qualità in contropiede. La sinfonia del secondo tempo è interamente a tinte giallorosse, con un Benevento che sale in cattedra ed effettua e un vero e proprio tiro al bersaglio chiamando Consigli a una prestazione da fenomeno. Impreciso Lapadula, sfortunato Iago Falque che al rientro dall'infortunio si schianta contro la traversa, annebbiato Improta. Ferrari dirige con disciplina la difesa e Consigli salva il risultato al 93esimo con un autentico miracolo sul colpo di testa ravvicinato di Lapadula. 

Si interrompe a 3 la striscia positiva del Benevento che esce a testa alta con una prestazione convincente e con tante indicazioni da cui ripartire. Difficile digerire un risultato negativo così immeritato ma la classifica non è allarmante, è necessario ripartire da quanto di buono mostrato nei 95 minuti di Reggio Emilia, come sottolineato da Inzaghi nell'intervista post partita. Il Sassuolo, se vogliamo, replica quanto visto al Bentegodi contro l'Hellas con una vittoria a reti inviolate che fa risplendere la classifica ma con una prestazione macchinosa che mostra i limiti di una squadra che quando non riesce a dar velocità alla manovra e a trovare la punta o le sovrapposizioni dei terzini fatica a dominare il campo. De Zerbi, nel post partita, rassicura i tifosi promettendo che la propria squadra tornerà a giocare un calcio propositivo, superando questa parentesi buia sul piano del gioco che, nonostante tutto, non ha compromesso la classifica. Per il Benevento c'è da salvare solo la prestazione, per il Sassuolo solo li risultato. Se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto dipende dai punti di vista. 

Fonte: l'autore Giovanni Paolini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.