Roma: una vittoria contro i numeri… o forse no

Anche il destino c'ha messo del suo: ha mischiato le carte e scritto la storia scegliendo i protagonisti giusti e capovolgendo i numeri

di Luca F
Luca F
(47 articoli pubblicati)
Roma

Credere nel 3-0, era doveroso per ogni tifoso. "Se ci credono loro dobbiamo crederci anche noi", ha confidato d'aver detto poco prima dell'inizio della partita, Daniele De Rossi, alla squadra. Chissà quanto è stato importante, crederci. In una delle rimonte più pazze della storia del calcio italiano in Europa, i numeri sembravano non essere dalla parte dei giallorossi, eppure il destino ha ribaltato tutto. 

Servivano 3 gol. 
La rimonta della Roma è qualcosa di storico perché solamente due squadre nella storia della Champions League erano riuscite prima di ieri sera a ribaltare una situazione di tre gol di scarto nella fase ad eliminazione diretta: Deportivo contro Milan nel 2003/04 e Barcellona contro PSG nella scorsa stagione. I precedenti, a ben vedere, non erano poi così sfavorevoli ai giallorossi; ma se la vittoria era prevedibile, il 3-0 sfuggiva anche al copione più bello. La Roma dopo ieri sera può vantare non solo d'essere stata la prima squadra quest'anno a battere il Barcellona, ma anche una delle poche a non averci mai perso in casa (due vittorie, un pareggio), e - causalità - proprio l'ultimo successo finì sempre 3-0, era il febbraio del 2002, le firme quelle di Emerson, Montella, Tommasi. 

Confermati i numeri da champions: 
La Roma già prima di stasera decantava una difesa record in Champions League, avendo mantenuto la porta inviolata in cinque delle ultime sei partite casalinghe; un Barcellona sterile, inefficace, e la giusta attenzione posta da una retroguardia capace di giocare al massimo delle proprie potenzialità, ha garantito il sesto clean-sheet, e la quarta vittoria di fila tra le mura amiche.

Destini incrociati; 
quelli di De Rossi e Manolas, entrambi autori di un'autorete nella partita di andata, ed ora protagonisti nello stesso ordine di due gol fondamentali, uno su calcio di rigore, l'altro su colpo di testa da calcio d'angolo. Il Barcellona aveva beneficiato di ben cinque autoreti in questa Champions League (record assoluto), stavolta la sorte si è ritorta contro.

Sotto il segno di Dzeko. 
Ancora decisivo nelle notti europee. Ha aperto la partita al momento giusto capitalizzando da centravanti vero l'invenzione di De Rossi; prima di ieri sera aveva già preso parte con cinque reti e due assist a sette dei 12 gol della Roma in questa Champions League: il 58%. Numeri confermati. 

Tutto nero per il Barcellona.
Continua la maledizione delle squadre Italiane per i blaugrana che non hanno mai vinto nelle ultime sei trasferte di Champions contro le compagini del nostro paese: quattro pareggi e tre sconfitte, l'ultimo successo risale novembre 2011 contro il Milan. Il Barcellona oltretutto aveva subìto solamente tre gol nelle precedenti gare di questa competizione, meno di ogni altro team.

Messi ancora bloccato. 
La tripletta dell'argentino contro il Leganes aveva inorgoglito Eusebio Di Francesco, portando sotto gli occhi di tutti il merito di essere riuscito a fermarlo nella partita d'andata dei quarti. Così è stato anche al ritorno. Un'antipatia -quella tra la pulce e le trasferte di Champions in Italia- che va avanti da dieci partite contro le squadre del nostro stivale, gare in cui è riuscito a segnare solamente in due occasioni (entrambe contro il Milan nel 2011 e 2013); anche questa volta è stato costretto a lasciare lo stadio che gli ha regalato la "prima" Champions da protagonista nel peggiore dei modi.

Infine, è bene ricordare che si tratta della prima semifinale per la Roma da quando la coppa ha preso il nome di "Champions League", era successo solamente nell' 83/84, come finì non serve ricordarlo,  perché quest'anno la storia ha un sapore diverso. 

Fonte: l'autore Luca F

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.