Roma, show contro il Cska! Che trasformazione nelle notti di Champions

La Roma continua a non deludere in Europa, aumentando uno score già perfetto: ora è prima nel girone

di Luca F
Luca F
(47 articoli pubblicati)
AS Roma v CSKA Moscow - UEFA Champions L

S'è rivista la vera Roma. È bastato l'inno della Champions per permettere ai giallorossi di dare in campo il QB per battere in scioltezza il CSKA, e spostarsi, assieme al Real Madrid (che ha vinto faticando col Viktoria Plzen), al primo posto nel girone di Champions con 6 punti in tre partite.

L'antecedente Spallino.
L'avvicinamento alla sfida europea, non è stato certamente sereno. Quanto visto nella partita di sabato pomeriggio, contro la Spal, ha fatto  preoccupare e non poco. Una sconfitta (forse il male minore) causata dall’eccessivo passivismo, da un’inerzia già conosciuta nelle precedenti gare di Serie A, e dallo sfrenato nervosismo (Edin Dzeko) che ha delineato i tratti di un improvviso capitombolo. Il pessimo avvio di campionato ha permesso addirittura di paragonare l’inizio di stagione della seconda Roma di Di Francesco, con la triste esperienza di Luis Enrique: in entrambi i casi nelle prime nove partite sono arrivati appena 14 punti.  Un rendimento sotto le aspettative; un direttore sportivo sempre sul banco degli indiziati ed un consigliere dal ruolo incerto e dalle capacità decisionali ancora misteriose: Franco Baldini, avrebbe persuaso Pallotta a non attivare nuovamente un ritiro punitivo a Trigoria (così riporta Il Messaggero), e si sarebbe trovato a fianco del numero uno  durante la riunione con la dirigenza giallorossa avvenuta la settimana scorsa a Boston; questi i temi caldi che hanno accompagnato infrasettimanale europeo, conclusosi però rasentando la perfezione. 

Il cambio d'atteggiamento.
Suona l'inno della Champions, e la Roma si trasforma. Metamorfosi. Il nervosismo di Dzeko diventa aggressività pura, il gioco si fa veloce, l'avversario ci mette del suo e permette alla Roma di tirar fuori il meglio di sé. Le differenze rispetto alla gara contro la Spal, a livello di undici iniziale, non sono molte (Santon, De Rossi, Manolas), ma il cambio d'atteggiamento è evidente fin dai primi minuti. Girano veloci le gambe a Pellegrini, il centrocampista romano dimostra ancora una volta di guadagnare, partita dopo partita, esperienza e qualità: è il giocatore che più sta crescendo -assieme ad Ünder-  in questo inizio di campionato, tanto da non far rimpiangere la prolungata assenza di Pastore. Propio Pellegrini, propizia il vantaggio di Edin Dzeko, alla mezz'ora: un inserimento sul vertice destro dell'area di rigore dopo lo scambio con El Shaarawy ed un cross rasoterra al centro, a pochi metri dalla porta: ad Edin basta solo spingerla dentro, proprio come pochi minuti dopo (43') su assist di El Shaarawy, che di prima intenzione raccoglie l'affondo di Ünder e allarga quasi spalle alla porta la sfera per il tiro in diagonale del bosniaco.  2-0 . 150 presenze per Edin Dzeko e 80 gol con la maglia della Roma: scala rapidamente i gradini della classifica dei migliori marcatori di sempre, supera Delvecchio e punta Balbo a 87. Un rendimento magico in Champions per l'attaccante, che -a detta di Di Francesco- nelle partite in notturna riesce a dare qualcosa in più. Così era stato anche col Plzen (tripletta), che ha permesso di posizionare il numero 9 alle spalle di Cr7 considerando una speciale classifica "continuata" di segnature dalla scorsa edizione di Champions League: solo Cristiano con 15 reti, ha segnato più di Edin Dzeko (13) che non riesce a portarsi il pallone a casa anche stavolta, ma la sponda per il 3-0 di Ünder al 50' (una sassata sotto la traversa), sancisce un risultato rotondo che poteva addirittura crescere nei minuti finali. La Roma non è apparsa in difficoltà, ha avuto in controllo della partita pur concedendo, di rado, agli avversari di presentarsi sotto porta. Una vittoria che permette ai giallorossi di credere ancora nel primo posto nel girone di Champions, col peso però di affrontare 2 trasferte nelle gare di ritorno. La prima sarà proprio in Russia il prossimo 7 Novembre, da lì si misureranno le ambizioni della squadra di Di Francesco, prossima a ricevere, nello stesso mese il Real Madrid. 

Fonte: l'autore Luca F

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.