La Roma risorge a Marassi: per la Champions c’è ancora speranza

La vittoria di Sabato a Genova con la Sampdoria rilancia incredibilmente le quotazioni dei giallorossi nella corsa alla Champions

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(88 articoli pubblicati)
UC Sampdoria v AS Roma - Serie A

La speranza è l'ultima a morire, recita un vecchio, ma sempre attuale adagio. E la sua speranza la Roma se la costruisce proprio nel momento in cui la caduta libera sembrava ormai senza fine. E non poteva che essere il suo capitano di mille battaglie Daniele De Rossi, a far risalire i suoi compagni sul treno della Champions. Il gollonzo del n.16 giallorosso, che decide la sfida con la Sampdoria, è di quelli pesantissimi, e rilancia la Roma all'inseguimento del quarto posto distante, incredibilmente, e nonostante le mille vicissitudini di questo campionato, un solo punto. Questo grazie anche agli ennesimi risultati autolesionistici delle sue dirette avversarie. La squadra di Ranieri riesce anche nell'impresa di chiudere una gara senza subire gol, un evento atteso da otto giornate, e che in questa stagione si è ripetuto solo altre quattro volte.

I giallorossi danno dunque seguito ai timidi segnali di ripresa registrati qualche giorno prima, nel secondo tempo della sfida contro la Fiorentina dell'Olimpico, e a Genova, nonostante una prova tutt'altro che spettacolare, si rivede finalmente una squadra che ci mette perlomeno il carattere, il cuore, e quella concretezza indispensabile in gare in cui non sei particolarmente brillante. E adesso anche il calendario sorride alla squadra di Ranieri. La Roma Sabato ha infatti un altra grande occasione di guadagnare punti, almeno su Milan e Lazio. I giallorossi ospiteranno all'Olimpico l'Udinese, mentre le compagni di Gattuso e Simone Inzaghi si sfideranno sul prato di San Siro in quello che sembra essere una vera e proprio sfida ad eliminazione. Da qua alla fine la squadra di Ranieri avrà poi una sola vera partita complicata, la trasferta a Milano contro l'Inter, in programma alla vigilia di Pasqua. Dopodiché De Rossi e compagni incroceranno Cagliari, Genoa, Juventus, Sassuolo e Parma, tutte squadre che hanno poco o niente da chiedere ancora in questo campionato. Ma è ovvio che la Roma le sue fortune se le deve costruire da sola, continuando a giocare da squadra, e spingendo forte sulle motivazioni e sulle convinzioni di poter centrare l'obiettivo.

Non sembra invece avere una fine la lunga scia d'infortuni muscolari. Con quello subito da Karsdorp, Sabato sera. sono saliti a 44 in stagione, una vera e propria epidemia che non ne vuol sapere di lasciare Trigoria, e che ha condizionato fortemente questo campionato. Se la Roma però vuole regalarsi un gran finale deve essere più forte anche delle disavventure, e giocando in maniera pratica, umile, e soprattutto unita, si può.

UC Sampdoria v AS Roma - Serie A
Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.