Patrick Cutrone e l’ascesa verso l’Olimpo: missione compiuta

Il ventenne comasco completa il passaggio da "promessa" a "certezza" rossonera superando a pieni voti l'esame dell'esordio fra i grandi della Serie A

di Matteo Gentili
Matteo Gentili
(10 articoli pubblicati)
AC Milan v ACF Fiorentina - Serie A

Patrick Cutrone, probabilmente, ha vissuto un'infanzia come la maggior parte dei maschietti vive: la mattina a scuola, nel pomeriggio compiti e poi di corsa fuori a giocare con il proprio gruppetto di amici. Il miglior amico in comune? Il pallone ovviamente. Patrick, con quel pallone sicuramente avrà colpito involontariamente qualche macchina o urtato il giardino di qualche anziana signora che puntualmente minacciava di farlo sparire per sempre e magari qualcuno, vedendolo giocare, avrà pensato che potesse diventare un prodigio del calcio italiano. Se mai qualcuno avesse detto o pensato questa cosa oggi potrebbe esser fiero del suo intuito; perché il ragazzino cresciuto a Parè, paesino al confine con la Svizzera in provincia di Como, oggi è diventato un punto fermo del Milan del futuro ed un gioiello con cui provare a far ripartire la nostra Nazionale.

Approdato ai rossoneri all'età di nove anni, comincia subito a farsi notare a suon di goal: con la Primavera disputa 67 partite nelle quali mette la firma su 43 centri e 6 assist e solamente nella stagione 16/17 le partite sono 21 ed i goal 19. Con le nazionali giovanili azzurre, con cui ha iniziato segnare ai tempi dell'Under 15, raccoglie 31 reti in 57 presenze. La classe 1998 del Milan è sempre stata considerata una generazione di fenomeni e quelli di Cutrone sono proprio numeri da predestinato. Nel gennaio del 2017, Patrick vede realizzarsi il suo sogno; a seguito dell'addio di Luiz Adriano, acquistato dallo Spartak Mosca, viene aggregato definitivamente alla prima squadra e gli viene assegnato l'armadietto che in precedenza era proprio del centravanti brasiliano. Il suo esordio in Serie A si concretizza esattamente un anno fa, 21 maggio 2017, quando, nella partita casalinga vinta 3-0 contro il Bologna, subentra a Deulofeu per qualche minuto. 

L'aria rossonera di San Siro respirata per pochi minuti durante il suo esordio dev'essere stata una sorta di pozione magica perché il primo vero anno tra i professionisti di Patrick si è tramutato in un anno indimenticabile, che forse sognava con la testa sul cuscino prima di addormentarsi ma che mai avrebbe mai immaginato di vivere. Dopo un pre-season scoppiettante, il 27 luglio debutta nelle coppe europee nella partita di andata del terzo turno preliminare di EL contro il Craiova e una settimana più tardi realizza il suo primo gol tra i professionisti nella partita di ritorno vinta 2-0 contro la squadra romena. Alla seconda presenza nel nostro campionato firma il secondo goal nella vittoria esterna contro il Crotone (finita poi 0-3) ed è protagonista anche nel suo debutto in Coppa Italia: di testa insacca la terza rete della partita, archiviandola definitivamente. Il numero 63 rossonero è costantemente affamato di goal e con il tempo arrivano anche le doppiette: la prima in assoluto arriva in campo europeo nel 5-1 di EL rifilato all'Austria Vienna e la prima in Serie A arriva sul campo della Spal, in una partita senza storia finita per 0-4.

Con il tempo, da terzo attaccante da inserire per far rifiatare Kalinic e Andrè Silva finisce nel ballottaggio perenne per un posto da titolare in attacco, diventando sempre più un pupillo della tifoseria milanista. In questa stagione, per il Milan il ventenne comasco ha raccolto 46 presenze, 18 reti e 6 assist e grazie alla doppietta nel 5-1 contro la Fiorentina di ieri pomeriggio, il diamante rossonero ha raggiunto la doppia cifra al suo primo campionato guadagnandosi un piccolo record: secondo quanto rivelato da Opta, Patrick è il secondo giocatore nato dopo l'1 Gennaio 1998 ad essere andato in doppia cifra di goal nei cinque maggiori campionati europei 2017/18, dopo un certo Kylian Mbappé, un altro enfant prodige. Nel corso di un anno, dal suo debutto ad oggi, Cutrone si è trasformato da "giovane promessa" a "certezza" e speriamo che il suo percorso di crescita non si fermi qui. 

Fonte: l'autore Matteo Gentili

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.