Napoli: sogno, speranza e resa di una grande squadra

Gli azzurri, nella sfida contro la Fiorentina, sono crollati fisicamente e mentalmente permettendo alla Juve di mettere in atto l’allungo per lo scudetto

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
SSC Napoli

Il Napoli di Maurizio Sarri si è arreso. O perlomeno, non è più riuscito a mantenere il ritmo pressante e micidiale di inizio campionato. La squadra ha perso dinamismo e brillantezza e, nella sfida decisiva di Firenze contro la compagine di Pioli, non ha manifestato quella grinta che avrebbe compensato sulle mancanze in ambito atletico e di gioco. I partenopei si sono sfaldati, sciolti come neve al sole. La squadra cinica e letale di inizio stagione ha lasciato il posto ad una compagine poco concreta ed arroccata sulle proprie idee di gioco (ormai, forse, fin troppo prevedibili). Peccato, perché il Napoli aveva tutte le carte in regola per giocarsi il sogno scudetto fino all’ultima giornata e detronizzare la Juventus. Invece, nel momento topico della stagione (nel match decisivo in cui gli azzurri sarebbero dovuti rimanere agganciati ai bianconeri), la squadra di Sarri non è mai stata in grado di imporre e di esprimere il proprio gioco. 

Ad aver pesato, oltre ai fattori mentali e psicologici, probabilmente, è stata la mancanza di alternative di qualità. Sarri, infatti, non può contare su una panchina lunga e prestigiosa come quella juventina e, quando il crollo fisiologico ha colpito i suoi undici uomini titolari, l’assenza di sostituti all’altezza ha pesato sulle scelte del tecnico toscano che ha continuato a preferire una squadra stanca rispetto a dei giocatori di qualità inferiore. Come ogni anno, i sogni partenopei si infrangono, lasciando spazio ai rimpianti. Ai rimpianti di una squadra, di una società e di una intera città che attendono il tricolore da ormai troppo tempo.

Un tricolore sfuggito (a meno di ribaltoni sempre possibili nel calcio) all’ultimo, nel momento in cui il cuore ed il temperamento dovevano emergere. Anche per quest’anno il sogno è svanito ma non tutto è da buttare all’aria. La squadra è forte e sicuramente sarà in grado di competere anche l’anno prossimo. Se i partenopei saranno capaci di far tesoro degli errori commessi in questo campionato, la prossima stagione potrà essere quella giusta. Quella in cui i pronostici verranno invertiti ed il sogno finalmente si tramuterà in realtà.

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.