ADL, e che muoia Sansone con tutti i Filistei!

Ovvero: come si può rompere un bel giocattolo per non saper usare MAI una carota

di Franco Barbagallo
Franco Barbagallo
(4 articoli pubblicati)
De Laurentis

Il Presidente del Napoli appartiene a quella parte di “figli di”, relativamente sparuta, che non ha dissipato o rovinato le creature dei padri. Anzi. Ha dimostrato di essere un imprenditore nel cinema di gran successo, con i piedi ben piantati in terra, attento a non fare passi falsi e ad amministrare bene. Poi si è preso lo schiribizzo di comprare il Napoli ormai nella fogna e, con una serie di scelte accorte, lo ha riportato dove merita: a lottare per lo scudetto, a giocare la Champions e,  soprattutto, ad avere i conti in ordine. Per intenderci: tutto il contrario di Vittorio Cecchi Gori!

Il suo, però, è sempre stato uno stile da “proprietario delle ferriere”, l’esatto contrario di un presidente  che le ferriere(petrolifere) le aveva sul serio come Massimo Moratti, presidente e imprenditore galantuomo con tutti e “padre di famiglia” nei confronti dei calciatori. Le uscite di ADL contro allenatori, giocatori e, soprattutto, i tifosi sono diventate leggendarie. Non è che avesse tutti i torti, anzi. I principi di fondo delle sue reazioni e reprimende, nella stragrande maggioranza dei casi erano basate su dati di fatto oggettivi ma … spesso … il suo modo di esprimere il suo dissenso, la sua delusione, la sua insoddisfazione sono stati esternati in modo da blandire i ragionamenti corretti della sua intelligenza, rimirare il suo “sapere di saper fare” e, soprattutto, l’accontentare i bisogni del suo … orgoglio. Peccato che abbiano quasi sempre fatto scattare, poi, nei protagonisti dei suoi strali, delle molle, delle reazioni, quasi sempre … negative. Arrogante? Impulsivo? Impaziente? Supponente in tutto e per tutto?

ADL è sicuramente una persona estremamente capace che ha compiuto quasi un miracolo con il Napoli ma, quest’anno, non ha compreso che lo sport, il calcio, i calciatori, sfuggono alle regole quasi matematiche della sapiente imprenditoria. In quel campo due più due fa sempre quattro. Nello sport no. Puoi prendere l’allenatore migliore, mettere insieme una squadra come si deve ma poi i risultati possono non venire per tutta una serie di motivi, quasi sempre legati proprio alla parte interiore delle “persone” coinvolte. Quest’anno con l’allenatore giusto, la squadra che pareva giusta, proprio ADL non è parso quello giusto. Certi commenti sferzanti per appagare il suo io se li poteva tranquillamente risparmiare. Prima di dire certe cose sul conto di qualche calciatore legatissimo al Napoli avrebbe potuto pensare anche all’ effetto negativo che avrebbe potuto arrecare al giocattolo. Se qualcosa va storto, se un vaso si incrina, ci vuole chi sappia raddrizzare, usare lo scotch e l’attaccatutto, chi sappia impedire che il vaso si rompa.

Forse è proprio questo il limite di questo manager eccellente che pecca proprio nei rapporti con le persone che lavorano per lui. Sembra più autoritario che autorevole quando decide di usare sempre e solo il bastone e mai la carota, quando tende a tirare la corda fino al limite di spezzarla. Poi gli capita di tirare troppo e allora la corda si rompe, il vaso si spezza, i cocci cadono in terra e allora si decida persino che è meglio che “muoia Sansone con tutti i filistei”. Si pensa di rivolgersi addirittura agli avvocati, si vuole fare tabula rasa di chi ha “osato” ribellarsi. Un po' di misura avrebbe evitato tutto ciò. Si poteva e doveva far andare in ritiro i calciatori a mezzanotte e non subito dopo la partita (per giunta giocata molto bene), lasciandoli liberi con le famiglie fino ad allora. Bastava solo un po' di buon senso, di carota e, sicuramente, Sansone non sarebbe stato costretto dal suo orgoglio a buttare giù le colonne per far fuori tutti i Filistei e si poteva ripartire. E ora? Il giocattolo rotto non si sa in quale discarica andrà a finire.

Fonte: l'autore Franco Barbagallo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.