Montella ascoltami, ecco come dovrebbe giocare il nostro Milan

Dopo settimane di passione ho provato a immaginarmi come farei scendere in campo la mia squadra del cuore

di Matteo Cappelli
Matteo Cappelli
(3 articoli pubblicati)
AC Milan v Spal - Serie A

Non sono preparato come Vincenzo Montella e non vedo i calciatori tutti i giorni ma dopo settimane di esperimenti penso di aver capito come dovrebbe giocare il mio amato Milan. Non mi sto inventando nulla di nuovo, ma la sensazione di dejavu l’ho provata eccome, perché quello a cui sto pensando è il tanto caro “albero di Natale” di ancelottiana memoria.

Partiamo dall’attacco, che è il reparto più semplice da inquadrare. Kalinic anche se è il numero 7, è il nostro centravanti e deve giocare sempre. È il nostro riferimento. Non farà 25 gol ma 10/15 li può garantire senz’altro ma soprattutto farà giocare bene chi gli starà accanto offrendo assist e grande tecnica.  Il giovane Cutrone invece, rappresenterà una valida alternativa che ha abbondantemente dimostrato di essere all’altezza ma che per il momento non può essere inserito nell’undici titolare. Accanto al croato, in una posizione non ben identificata, ma diciamo tranquillamente “da seconda punta alla Sheva”, farei agire sempre Andrè Silva. Il portoghese è agile, è scattante, è rapido, è tecnico, ma soprattutto è perfetto per  capovolgere l’azione e nessuno come lui sa puntare l’avversario.  Come alternativa in questa posizione, ma con un’interpretazione certamente più da centrocampista o da esterno alto potrebbero esserci sia Bonaventura, partendo da sinistra, sia Calhanoglu che potrebbe agire tra le linee.  A destra infine, nella sua posizione ideale, farei giocare Suso che è nettamente il giocatore con più talento nella rosa rossonera.
Da lì ha fatto vedere le cose migliori negli ultimi due anni ed è lì che deve giocare. Il sostituto dello spagnolo potrebbe essere Borini, meno tecnico sicuramente ma che assicura sempre prestazioni di cuore più che sufficienti..

Alle spalle di questi tre giocatori molto offensivi, opterei per un terzetto che abbini tecnica e forza ma che sappia anche accompagnare l’azione garantendo inserimenti. Biglia e Locatelli sarebbero perfetti per qualità e visione di gioco; insieme a loro metterei senza dubbio Kessie che è il giocatore di corsa e di forza che è tanto mancato al Milan in questi anni.
Eccezion fatta per Biglia, che dovrebbe abbassarsi in fase di costruzione e quindi agirebbe molto lontano dall’area avversaria, dagli altri due centrocampisti mi aspetterei, assist e anche qualche gol.
Le alternative in panchina anche in questo caso non mancano, anche se abbiamo interpreti soprattutto più adatti a gestire la palla (Montolivo, Sosa, Mauri), piuttosto che a garantire corsa e forza come faceva Kucka lo scorso anno ad esempio.

Per quanto riguarda la scelta della difesa (a tre o a quattro), mi adatterei di volta in volta all’avversario tenendo conto anche delle esigenze di turnover. In linea di massima giocherei a 4, optando per due terzini di spinta, Rodriguez (o Antonelli) a sinistra e Calabria o Abate a destra (aspettando Conti ovviamente) e proponendo centralmente Romagnoli (o Zapata), abile col mancino a impostare l’azione, e capitan Bonucci. Il sostituto perfetto per entrambi sarebbe l’argentino Musacchio.
Nel caso di partite estremamente delicate con esterni alti avversari molto offensivi (alla Perisic per intenderci), potremmo anche optare per Musacchio quarto di destra bloccato.
L’alternativa tattica più semplice, nell’ottica di giocare a 3 dietro,  rimane quella di rinunciare a Locatelli, passando al  3-4-2-1, con tre centrali puri dietro.

In porta, e qui i dubbi non ci sono davvero, Gigio Donnarumma. Il tira e molla col Milan orchestrato da Mino Raiola non è piaciuto, ma a difendere i pali ci vuole lui senz'altro.

Non so se questo modulo è praticabile già dalla prossima giornata, ma sogno di vedere i "ragazzi" schierati in questo modo. Il tempo per recuperare c'è. Ci sono quasi 30 partite da giocare e un' Europa League da conquistare. Rialziamoci subito!

Montella pensieroso
Fonte: l'autore Matteo Cappelli

DI' LA TUA

4
4 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paolo_38 - 2 anni

    Non è male come idea, ma io personalmente sfrutterei di più gli esterni di attacco…Giocherei con il 4 2 3 1 ovvero con Donnarumma in porta, Abate Bonucci Romagnoli Rodriguez in difesa, Biglia e Kessie a centrocampo, Suso esterno destro, Bonaventura esterno sinistro, Calhanoglu trequartista dietro l’unica punta che dovrebbe essere Kalinic o Cutrone…o anche un rombo di centrocampo non sarebbe male, ovvero un 4 1 2 1 2 con stessa difesa, biglia mediano davanti alla difesa con kessie e bonaventura a centrocampo suso trequartista libero di svariare su tutta la trequarti e punte Kalinic e Silva…

  2. albertogavazz_409 - 2 anni

    bell’analisi!

  3. lula1977 - 2 anni

    concordo!

  4. Admin Fan News - 2 anni

    Bell’articolo!

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.