Milan, ancora un altro passo falso: ciao ciao Champions League

La squadra di Gattuso, dopo il pareggio contro il Torino, esce definitivamente dalla lotta per il quarto posto in classifica

di Francesca Landini
Francesca Landini
(159 articoli pubblicati)
AC Milan

Che fosse un’impresa ardua e complessa lo si era capito da tempo. Nonostante i tanti punti recuperati negli ultimi mesi sulle squadre che la precedono, la compagine di Gattuso non è riuscita a sfruttare le occasioni per avvicinare sostanzialmente l’Inter e le romane. Il pari nel turno infrasettimanale di campionato esclude (quasi) definitivamente i rossoneri dalla lotta per l’Europa che conta. Dieci punti di distanza da Roma e Lazio (attualmente qualificate per la prossima Champions) sono troppi a cinque giornate dal termine. A meno di miracoli, i rossoneri dovranno lottare con Atalanta, Sampdoria e Fiorentina per conquistare un posto nella prossima Europa League. Competizione per cui lottano quattro squadre raggruppate in classifica in soli tre punti. Una lotta serrata e non certo scontata. Il Milan dovrà stare attento a non commettere passi falsi che potrebbero essere decisivi per la qualificazione europea. L’Atalanta come tutti gli anni è agguerrita e non certo intenzionata a mollare. La Samp e la Viola stanno tenendo un ruolino di marcia al di sopra delle aspettative e vogliono continuare a sognare. 

Gattuso con la sua ottima gestione, non è riuscito a riportare il Milan in una posizione di massimo prestigio. Nonostante i grandi proclami estivi, la squadra è stata fortemente condizionata da una prima fase di campionato imbarazzante. Con l’addio di Montella e l’arrivo di Ringhio, le cose sono notevolmente migliorate ma non abbastanza per raggiungere l’obiettivo minimo stagionale. Nelle ultime cinque sfide il Milan affronterà tre gare abbordabili (contro Benevento, Bologna e Verona) e due scontri diretti contro Atalanta e Fiorentina. Due match che, molto probabilmente decideranno il futuro europeo dei rossoneri. Magra consolazione per una compagine che, nella sessione di calciomercato estivo, non ha badato a spese. Ha illuso i tifosi con nomi altisonanti che, spesso, non si sono rivelati all’altezza. Peccato perché il nostro calcio ha un disperato bisogno di squadre competitive e di vertice. Sono troppi, ormai, gli anni in cui la squadra rossonera ricopre un ruolo marginale nel nostro campionato. Le milanesi non possono accontentarsi di lottare per il quarto o sesto posto. Milano merita di più. Per il bene del nostro calcio, per il bene del nostro campionato. E con Gattuso, anima e cuore della squadra, confermato alla guida del Milan anche per il prossimo anno, la nuova stagione non può che partire sotto i migliori auspici. Perché la grinta e l’orgoglio rossonero saranno caratteristiche intrinseche ed indelebili della squadra. Una squadra che ha tutte le caratteristiche per fare e dare di più!

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.