La maledizione di Caldara, la squadra vola ma Mattia rimane a terra

La sfortunata parabola del bravo ragazzo tutto casa e Atalanta

di Luca Sala
Luca Sala
(43 articoli pubblicati)
Italy Training Session And Press Confere

C'era una volta Milan Lab voluto da Silvio Berlusconi per curare  gli atleti milanisti con  prodigiose cure all'avanguardia mondiale. Ai nostri giorni invece lo staff medico milanista annovera ben due gravissimi infortuni che accomunano i gioielli di Zingonia Conti e Caldara una volta passati in rossonero.

Milanello è ancora un'eccellenza senza alcun dubbio, peccato però si aggiungano ai suoi eterni infortunati tipo l'ex capitano Riccardo Montolivo sempre di scuola atalantina, gli ultimi arrivati.

Il lecchese Andrea Conti ha praticamente saltato una stagione e mezzo dal suo arrivo e oggi che il peggio sembra passato, è di nuovo a disposizione di mister Gattuso.

Quello che invece ha colpito il rinnegato juventino Mattia Caldara ha dell'incredibile.

L'Atalanta dopo averne goduto le  fantastiche prestazioni fatte di continuità, eleganza ed efficacia anche realizzativa fuori dal comune per un difensore tanto giovane ,lo ha ceduto come già fece con Scirea proprio alla Vecchia Signora.

Le similitudini finiscono qui però, infatti col ritorno del figliol prodigo Bonucci alla corte di Allegri per Caldara cominciano i guai seri.

Non solo non troverà più posto né considerazione, ma verrà scaricato proprio  quindi venduto in fretta e furia al Milan.

Ho ancora negli occhi l'immagine di lui e dell'altro cacciato juventino Higuain sul tetto del grattacielo in zona duomo giustamente celebrati dall'incredulo popolo milanista  in festa sotto di loro.

Caldara appariva felice ma intimorito, secondo me psicologicamente provato, non ancora ripresosi dal devastante tourbillon bianco rosso nero che l'aveva tanto rapidamente colpito.

Intendiamoci, sempre di una grande squadra si tratta, ma non è la stessa cosa di sicuro.

Magari mi sbaglio, ma senza tranquillità è più facile infortunarsi, a lui è successo di sicuro quanto di peggio potesse capitare, si parla di stagione compromessa se non addirittura finita prima ancora di cominciare!

Auguriamoci per il bene  di questo bravo ragazzo e poi del calcio italiano che possa tornare prima del previsto ad incantare con i suoi mezzi tecnici e morali che me lo fanno volentieri paragonare ad un altro fantastico difensore bergamasco come l'indimenticato Giacinto Facchetti.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.