Il Milan gioca a poker con i resti di un Verona che finisce in B: è 4-1

Vincono i rossoneri nell'anticipo della terzultima di campionato: i veneti tornano in B ad un solo anno dalla promozione

di Luca Rossi
Luca Rossi
(58 articoli pubblicati)
AC Milan v Hellas Verona FC - Serie A

Finisce così, con gli sfottò dei tifosi rossoneri che cantano a quelli scaligeri "L'anno prossimo giochi di sabato": tutto facile per il Milan, che rifila quattro gol al malcapitato Verona e sale così al sesto posto in classifica scavalcando temporaneamente l'Atalanta in attesa della gara della gara di domani che vedrà impegnati i bergamaschi a Roma contro la Lazio e preparandosi così nel migliore dei modi alla finale di Coppa Italia di mercoledì sera contro la Juventus. Il Verona invece finisce in B con due turni di anticipo ad un anno soltanto dal ritorno in serie A: mai in partita, la squadra di Pecchia trova comunque il gol della bandiera nel finale con Lee. Davvero troppo poco per una squadra che, con la miseria di soli venticinque punti in classifica, torna tra i cadetti al termine ormai di un campionato al di sotto delle aspettativa, ma fatto anche di tante, troppe scelte di mercato sbagliate e pagate a carissimo prezzo.

CALHANOGLU LA METTE SUBITO IN DISCESA: illusorio l'avvio degli ospiti nelle prime battute, poi gli uomini di Gattuso guadagnano immediatamente campo ed all'undicesimo sono già avanti: Suso affonda dalla destra e poi crossa basso e arretrato per Calhanoglu che calcia e trova la deviazione decisiva di Heurtaux per l'1-0 rossonero. Per i padroni di casa diventa così tutto subito più facile, il Milan resta in possesso e in comando delle operazioni, gli ospiti stanno a guardare dimostrandosi davvero poca cosa. Poco dopo la mezz'ora arriva così il raddoppio grazie alla bella verticalizzazione di Bonaventura per Cutrone che, spalle alla porta, si gira e infila nuovamente il portiere Silvestri. Un quarto d'ora in cui succede davvero poco ed il primo tempo va così in archivio dopo due di recupero con i rossoneri avanti di due gol.

ABATE-TRIS, LEE ENTRA E SEGNA: se con la ripresa qualcuno si attendeva qualche segnale di vita dal Verona rimarrà deluso: tre minuti e i rossoneri arrivano al terzo gol: bello spunto di Suso in area, pallone che poi arriva proprio ad Abate ed il suo esterno è imparabile per il bel gol che mette definitivamente in ghiaccio il match. A quel punto il Verona fa vedere qualcosa di più, complice anche un generale rilassamento degli uomini di Gattuso che consentono agli scaligeri di farsi vedere dalle parti di Donnarumma: poco prima della mezz'ora ecco la traversa colpita da Romulo su punizione, che tuttavia difficilmente avrebbe invertito l’inerzia della partita. Gattuso cambia in campo anche in vista della partita di mercoledì: esce Romagnoli  per Musacchio, Borini per Suso e Kalinic per Cutrone. Nel verona i cambi portano invece al gol della bandiera, quello del sudcoreano Lee che, a cinque dalla fine, fa partire un destro al volo imparabile per Donnarumma che servirà solo tuttavia alla statistica, anche perchè quattro minuti più tardi Borini trova il bel destro che fissa il risultato sul definitivo 4-1. Gattuso proverà mercoledì a cercare l'impresa contro la Juve nella finale di coppa, per il Verona è invece tempo di riflessioni sugli errori di questa disgraziata stagione prima di delineare al meglio il futuro.

IL TABELLINO

MILAN-VERONA H. 4-1 (primo tempo 2-0)

RETI: Calhanoglu (M) all'11 p.t., Cutrone (M) al 32' p.t.; Abate (M) al 4' s.t., Lee (V) al 40' s.t., Borini (M) al 44' s.t.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli (dal 17' s.t. Musacchio), Rodriguez; Kessie, Locatelli, Bonaventura; Suso (dal 12' s.t. Borini), Cutrone (dal 26' s.t. Kalinic), Calhanoglu - A disposizione: Storari, A. Donnarumma, Gomez, Zapata, Antonelli, Calabria, Mauri, Montolivo, André Silva - All.: Gattuso

VERONA (4-3-3): Silvestri; Bearzotti ,Caracciolo, Herteaux, Fares (dal 31' s.t. Aarons); Romulo, Danzi, Calvano (dal 7' s.t. Zuculini); Cerci, Petkovic (dal 12' s.t. Lee), Matos - A disposizione: Nicolas, Coppola, Verde, Fossati, Boldor, Ferrari, Souprayen, Felicioli - All.: Pecchia

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

NOTE: spettatori: 35mila circa - ammonito Musacchio (M) per gioco scorretto - recuperi: 2' e 4'.

AC Milan v Hellas Verona FC - Serie A
Fonte: l'autore Luca Rossi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.