Gigio e Pepe: strano pomeriggio da protagonisti con destini incrociati

Donnarumma, dal passato azzurro, e Reina, col futuro rossonero, sono stati tra i migliori in campo in una partita speciale per entrambi

di Federico Rosa
Federico Rosa
(11 articoli pubblicati)
Donnarumma-Raiola-Reina

Per un portiere, chiamarsi Gianluigi, è un richiamo non da poco. Di record, Gianluigi Donnarumma ne aveva già infranti molti e ieri in Milan-Napoli è diventato anche il più giovane portiere con 100 presenze in Serie A. Di fronte a lui, con qualche anno in più, Pepe Reina. Il primo è cresciuto a un passo da Napoli per poi approdare a Milano, il secondo Napoli ce l'ha nel presente, ma da giugno sarà un giocatore del Milan.

Nella partita di ieri sono stati entrambi protagonisti. Ha iniziato Reina, prima su Bonaventura e poi su Calhanoglu e ha finito Donnarumma, con un vero e proprio miracolo sulla conclusione da zero metri di Milik. Chi vi scrive ieri era allo stadio, e se la parata di Gigio è stata incredibile, nel senso più puro del termine, quello che colpisce di Reina non è solo ciò che fa in porta, ma anche il ruolo che per tutta la partita ha come leader del gruppo. E' capitato spesso di vederlo spronare i compagni, telecomandare la difesa, chiamare uno schema. Addirittura a metà secondo tempo, nell'attesa della battuta di un calcio piazzato, è salito quasi fino a centrocampo a richiamare Insigne. E probabilmente è questo il maggior motivo per cui Fassone e Mirabelli l'hanno voluto a Milano. In una squadra rinnovata quasi in toto la scorsa estate, l'esperienza, il carattere e il carisma di Reina possono essere fondamentali per creare la giusta alchimia di gruppo. Dall'altra parte, in Gigio Donnarumma, si intravede la più cristallina rappresentazione del talento. Un ragazzo col futuro nelle sue mani, letteralmente.

Che ne sarà di Gigio, ora come ora, forse non lo sa nemmeno lui. Quello che è certo è che lavorare con Pepe Reina potrebbe fargli fare il definitivo salto di qualità. Al Milan, Gigio può  fare la storia sua, del club e del calcio. Starà a lui decidere, se sostituire Mino con Pepe, se rimanere nella squadra del suo cuore, se ripagare quei tifosi che gli hanno perdonato un po' di tutto. R o R. Reina o Raiola. Gigio deve scegliere cosa sia meglio per il suo futuro. Con la consapevolezza che nulla fa sentire imperfetti come la nostalgia di casa. E che Plizzari è pronto a prendersi la scena, con l'aiuto di Pepe.

Fonte: l'autore Federico Rosa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.