CR7 piega il Milan in Supercoppa: la cronaca

Decisivo il gol del portoghese che consegna la coppa ai bianconeri, traversa di Cutrone nel secondo tempo

di Giuseppe Corraine
Giuseppe Corraine
(149 articoli pubblicati)
Supercoppa alla Juventus

La Juve, vince la Supercoppa italiana, battendo 1-0 un buon Milan capace di mettere in difficoltà gli uomini di Massimiliano Allegri. E' stata una partita ben giocata da entrambe le squadre; Gattuso decide di far partire titolare Cutrone, al posto dell'influenzato Higuain e sopratutto Paquetà, mentre Allegri in assenza di Madzukic decide di puntare sul trio formato da Douglas Costa, Dybala e ovviamente Cristiano Ronaldo. Pronti via e subito il brasiliano della Juve ad andare subito vicino al vantaggio, al minuto con un bel tiro a giro, che esce di poco dalla porta difesa da Donnarumma. Al 14° il Milan ha la prima vera occasione della partita, con un tiro forte ma impreciso dalla lunga distanza di Calhanoglu. Pochi minuti dopo, al 18° è Cancelo a sfiorare il gol, con un diagonale da posizione defilata che si perde sul fondo. Alla mezz'ora da un errore di Kessie nasce un occasione d'oro per i bianconeri, ma Chiellini dal limite dell'area manda la palla alta, oltre la traversa. Nel finale di primo tempo CR7 incanta il King Abdullah Stadium, quando al 41° prova il gol di mezza rovesciata che esce di poco fuori dalla porta milanista. Il Milan risponde al 45° quando con Calhanoglu, al termine di una azione iniziata da Paquetà, fa partire dall'interno dell'area un destro insidioso parato in tuffo da Szczesny. 

Ad inizio ripresa Cutrone ha la sua miglior palla gol del match, quando al 48° su un pallone ricevuto dal turco, centra in pieno la traversa con il portiere battuto. Al 60° il Milan, va vicino al gol con una bella azione manovrata con bel destro a giro di Calhanoglu che finisce sul fondo. Ma nel momento migliore dei rossoneri la Juve trova il vantaggio, con il colpo di testa di Cristiano Ronaldo, che lasciato indisturbato in area segna senza problemi ad un Donnarumma rimasto quasi immobile: 1-0. Gattuso prova il tutto per tutto, inserendo Borini e Higuain per Paquetà Castillejo passando al 4-4-2, per cercare il gol del pari. Al 74° il Milan è costretto a finire la gara in dieci a causa dell'espulsione di Kessie, appena ammonito per un fallo su Matuidi, decisa in maniera decisamente forzata da Banti dopo aver visto il Var. Nel finale di partita l'arbitro si renderà ancora protagonista, quando a seguito del fallo in area di Emre Can sul neo entrato Conti, deciderà di non visualizzare il Var fra le proteste dei rossoneri.

Come scritto sopra, è stata bella partita, con un Milan che esce a testa alta dopo una prestazione condizionata anche dall'arbitro: ottima la partita di Cutrone, che in più occasioni è stato un vero pericolo per la difesa bianconera; la Juve si è dimostrata più cinica e superiore, ma allo stesso tempo ha sofferto il gioco offensivo dei rossoneri, venendo salvata anche dalla traversa e da alcune decisioni arbitrali decisamente discutibili. Gattuso può consolarsi con un Cutrone decisamente fra i migliori in Italia ed un Paquetà che ha iniziato la sua carriera nel Milan con il passo giusto; tuttavia la difesa pur reggendo bene contro Cr7 e soci non è sembrata sempre impeccabile, con diversi falli che hanno compromesso anche il match.

La fonte dell'articolo è l'autore Giuseppe Corraine

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.