Che partita sarà Milan-Juventus?

Domenica sera la prima della classe va a fare visita ai Diavoli rossoneri in cerca di una rivincita dopo la debacle in Champions

di Dario D'antoni
Dario D'antoni
(12 articoli pubblicati)
higuain

L'ultimo atto prima della sosta per le nazionali non poteva che essere il big match Milan-Juventus, che si affronteranno domenica sera alle 20:30  sul palcoscenico di San Siro. Una serata che, in caso di vittoria, potrebbe diventare il simbolo del rilancio per i padroni di casa, reduci dal pareggio di giovedi nella tana del Betis Siviglia.

Per riuscire a centrare i tre punti, mister Gattuso potrà contare su due alleati e su una certezza. Partendo da quest'ultima, alias Jèsus Suso, diventato padre per la prima volta questa notte e leader tecnico di questa squadra. Leadership che ha dimostrato ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, al Benito Villamarin, dove ha siglato l'1-1 finale su punizione in una serata complicata per i rossoneri. 

La situazione infortunati a tratti è drammatica: in principio toccò a Mattia Caldara subire una doppia batosta, successivamente sono finiti ai box Lucas Biglia e Mateo Musacchio, lesione al polpaccio per il primo e lesione del crociato per il secondo. Bisogna aggiungere che potrebbero non essere della partita anche Bonaventura e Calhanoglu, due assenze particolarmente pesanti per il centrocampo rossonero, reparto più colpito dagli infortuni. 

Ma in tema di certezze, come si accennava sopra, il Milan potrà contare sul rientro in attacco di Gonzalo Higuain, che ci tiene particolarmente a non perdersi la sfida contro i suoi ex compagni. Il Pipita sarà il terminale offensivo di riferimento e tenterà, insieme allo spagnolo Castillejo dato in vantaggio su Cutrone, di scardinare la difesa juventina, apparsa piuttosto distratta ultimamente. 

L'altro elemento a favore degli uomini di Gattuso sarà la carica dei propri tifosi: San Siro per l'occasione sarà infatti per l'ennesima volta sold out stabilendo, tra l'altro, il nuovo record per le casse rossonere, ovvero 4,9 milioni di euro.

Ma è inevitabile anche guardare agli avversari, alla capolista che viene dalla prima sconfitta in stagione. L'1-2 subito a domicilio dal Manchester United dell'acerrimo nemico Josè Mourinho, è stato il campanello d'allarme per l'ambiente bianconero, non abituato a serate di quel genere. L'occasione per rilanciarsi è di quelle ghiotte e prestigiose: tre punti ottenuti sul campo di San Siro darebbero alla banda di Allegri un'ulteriore segnale di fiducia e di consapevolezza delle proprie forze per il prosieguo della stagione. 

Allegri è il primo di una lista di ex milanisti attualmente alla Juve, insieme a De Sciglio e Bonucci.

Se per il primo si profila una panchina a favore di Joao Cancelo, per il secondo è un ritorno in quello che, clamorosamente, divenne il suo stadio lo scorso anno. Per gli appassionati di calcio e i media, il via-vai del difensore della Nazionale rimarrà uno dei trasferimenti più clamorosi avvenuti nella storia del calcio italiano. Sette anni bianconeri si interruppero con la finale persa a Cardiff persa contro il Real Madrid, ma l'anno a Milano non fu come ci si aspettava. L'ambiente che lo doveva rilanciare a livello individuale e consacrare anche a livello mondiale finì per non essere ciò che il difensore viterbese desiderava. Nonostante l'ingaggio monstre, la fascia di capitano e le 35 presenze da titolare in campionato più le 11 di Europa League, quest'estate si è concretizzato il ritorno a Torino nell'ambito di un'operazione che in pochi hanno digerito, da ambo le parti. 

Probabilmente l'accoglienza non sarà delle migliori e questo non si può negare, anche se un giocatore della sua esperienza sarà abituato a giocare con i fischi assordanti di tutto lo stadio. 

L'esito della partita è tutt'altro che scontato: la superiorità della Juventus è sotto gli occhi di tutti, ma nel calcio nulla è scontato e gli uomini di Gattuso si giocheranno il tutto per tutto, vendendo cara la pelle proprio come fece il loro allenatore nella semifinale di Champions del 2007 contro il Manchester United, opponendosi a tutto campo all'allora 22enne Cristiano Ronaldo.

Ma quella è un'altra storia.

Buon Milan-Juve a tutti!

bonucci a san siro
Fonte: l'autore Dario D'antoni

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. darioo95 - 3 giorni

    Ciao Gaetano, grazie del commento. Sicuramente sono d’accordo con te e come ho detto a te, non c’è paragone tra i valori delle due squadre. Ma credo che ci siano tanti valori da considerare e le motivazioni non mancheranno a nessuna delle due. Grazie di seguirci anche da così lontano!

  2. gaetano - 4 giorni

    Mi chiamo Gaetano,vivo a Toronto da molto tempo,seguo la serie A da sempre,sono un tifoso per il bel gioco,per quanto riguarda la partita Juventus-Milan credo che vincera` la Juventus,il Milan ha una buona squadra pero`non ancora all`altezza per battere la Juventus,al massimo puo`aspirare a un pareggio,saluto tutta la redazione con affetto ciao a tutti!!!

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.