Milan-Inter 0-2: il derby di legni e legnate se lo aggiudica l’Inter

I ragazzi di Antonio Conte vincono il derby contro il Milan, riscattando la brutta prestazione in Champions, con un sonoro 0 a 2 (reti di Brozovic e Lukaku)

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(70 articoli pubblicati)
AC Milan v FC Internazionale - Serie A

TRA I DUE “LITIGANTI” L’INTER GODE
Ad animare i giorni che portavano alla grande sfida del derby di Milano ci avevano pensato bizzarri articoli di giornale, volti probabilmente a danneggiare i nerazzurri e il loro spogliatoio. I tifosi dell’Inter erano ormai abituati da anni ad attacchi della carta stampata ma, va detto con grande chiarezza, che i calciatori dell'Inter non sono stati affatto esenti da colpe per aver fatto filtrare verso l’esterno certe voci che sarebbero dovute rimanere dentro lo spogliatoio. La presunta rissa sfiorata tra Lukaku e Brozovic all’intervallo del match contro lo Slavia Praga è stata la notizia in prima pagina dei giorni pre-derby. In opposizione ad una situazione simile vissuta dalla Juventus, la quale però veniva raccontata in chiave positiva sottolineando la bravura di Bonucci nel gestire il gruppo bianconero. Ed ecco tornati dalla parte di chi non fa mai le cose giuste, mentre gli altri… Eppure la situazione in classifica diceva assolutamente il contrario! Conte non ha accettato questo trattamento riservato all’Inter e lo ha detto chiaramente in conferenza stampa. Le cattive voci e le critiche dopo il pareggio con lo Slavia sono state però un toccasana per i ragazzi di Conte che hanno sfogato sul campo da gioco tutta la rabbia e la voglia di rivalsa accumulata in questi giorni. Il segno del destino poi, che i due gol che hanno deciso il derby siano stati realizzati dai presunti litiganti, Brozovic e Lukaku. 

LEGNI E LEGNATE
Se le legnate erano state sfiorate nello spogliatoio interista (situazione evidentemente risolta in tranquillità perché rientra nella normalità di un gruppo di calciatori), in campo i nerazzurri le hanno date eccome ai rossoneri. E non si parla di falli o interventi violenti, anzi, sottolineiamo un derby di grandissimo fair play in campo fin dall’inizio con un bellissimo messaggio iniziale contro il razzismo negli stadi. Le mazzate i rossoneri le hanno prese sul piano del gioco. L’Inter fin da subito in controllo della partita e alla ricerca del gol del vantaggio, sfiorato svariate volte da Lautaro e D’Ambrosio, il secondo, colpisce il palo in scivolata a portiere battuto. Il Milan non riesce a pressare i nerazzurri che sono liberi di creare le proprie trame di gioco. L’imprecisione e l’ingenuità in un paio di occasioni, però, regalano ai rossoneri le uniche occasioni per essere pericolosi in partita; tuttavia né Piatek, né Suso, né un ispirato Leao riescono mai a centrare la porta, con Handanovic che sarà spettatore non pagante per tutti i 90 minuti. Ad inizio secondo tempo si fa maggiore la differenza di qualità e di gioco in campo e l’Inter trova il gol del vantaggio: Sensi batte corto una punizione dal limite servendo Brozovic al limite dell’area, il croato calcia e, complice una deviazione di Leao, beffa Donnarumma. Conte indovina tutti i cambi dalla panchina: Vecino sostituisce uno stanco Sensi e dà un importante contributo alla causa con le sue sgroppate palla al piede, Politano permette un piccolo cambio di modulo che risulta fondamentale per il gol del raddoppio. Il 3-5-2 si trasforma in un 5-4-1, con Politano e Barella esterni, ad allargare la difesa avversaria. Proprio Barella riceve palla sulla sinistra e mette al centro un cross magico per la spizzata di Lukaku in anticipo su Romagnoli, che spiazza così Donnarumma e fa esplodere di gioia il pubblico di fede interista e la panchina. Politano prova a realizzare il 3 a 0 con un bellissimo tiro a giro da fuori area ma la palla si infrange sull'incrocio dei pali. L’occasione più importante del Milan arriva grazie ad un lampo del neo entrato Theo Hernandez che entra in area dalla sinistra e calcia colpendo l’esterno del palo. Sul finale Candreva sostituisce Barella ed ha una grande occasione da gol in contropiede, anche in questo caso il legno blocca l’Inter.
La partita termina sullo 0 a 2, San Siro è in festa e Milano è ancora una volta nerazzurra. 
P.S. La foto che segue raffigura uno spogliatoio chiaramente spaccato!

AC Milan v FC Internazionale - Serie A
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.