L’anno che verrà: che 2019 ci aspetta in Serie A?

L'inizio di ogni anno è il momento giusto per programmare e sognare. Cosa si aspettano le più importanti società di Serie A?

di Fabio Di iasio
Fabio Di iasio
(8 articoli pubblicati)
Frosinone Calcio v Bologna FC - Serie A

L'inizio di ogni anno è sempre un buon momento per stilare programmi e obiettivi da raggiungere, per riflettere su cosa è andato bene e cosa si può migliorare rispetto a quanto fatto fin qui. Questo vale tanto per le persone quanto per le società di calcio, alle prese con i primi bilanci stagionali durante questa pausa dal calcio giocato.Considerando anche l'imminente sessione di calciomercato, ognuna di esse è in una full immersion di pianificazione e ricerca dei giusti correttivi, ognuna con la propria asticella di difficoltà.

JUVENTUS - Per una squadra che chiude il girone di andata con tutte vittorie e soli due pareggi, con un rassicurante +9 sulla seconda ci sarebbe ben poco da migliorare, visto che di questo passo lo scudetto potrebbe arrivare già ad inizio aprile. Situazione ideale per certi versi, che permetterebbe di concentrarsi maggiormente sulla Champions, vero obiettivo di questo 2019. Allo stesso tempo però questa potrebbe essere un'arma a doppio taglio, vincere gare senza un minimo sforzo e grazie ai soli colpi dei vari campioni in rosa può non allenare alle gare decisive europee. Un problema a cui Allegri sicuramente porrà la giusta attenzione, vista la sua estrema bravura nel considerare ogni singolo dettaglio.

NAPOLI - Se non ci fosse la Juve, sarebbe l'ennesima stagione spettacolare, fatta di gioco e risultati, nonostante il cambio allenatore. Ad agosto tutti la davano per spacciata, per inadeguata, a fine girone di andata è seconda con 5 punti di vantaggio sulla terza, fuori dalla Champions a causa solo di una differenza reti beffarda, nel girone forse più difficile dell'intera competizione. Ancelotti ha saputo trasmettere la sua tranquillità, la sua calma e la sua sicurezza ad un ambiente che troppe volte ha mostrato fragilità nei momenti decisivi. Con una Juve così sembra difficile chiedere a questo 2019 qualcosa in più di un secondo posto, provando magari a ridurre il più possibile il gap, mentre ben più realistica è l'opzione Europa League, da affrontare con un piglio diverso rispetto allo scorso anno

INTER - Il 2019 dei nerazzurri dovrà per forza essere l'anno del definitivo salto di qualità, dell'asticella alzata ben oltre il piazzamento Champions, obiettivo principale di questa stagione. Dovranno scomparire quei bassi che ancora persistono, quei cali di concentrazione e mentalità che hanno portato all'eliminazione europea di dicembre. La crescita passerà inevitabilmente anche da come si affronterà la spedizione Europa League  che, così come per il Napoli, se affrontata nei giusti modi può portare esperienza e maturazione e, chissà, qualche soddisfazione. Di sicuro ci sarà del lavoro per il duo Marotta/Ausilio, per confermare i big e costruire intorno a loro una squadra all'altezza.

LE ALTRE - Per le altre la strada sembra tracciata, cercare di strappare l'ultimo posto utile per la Champions, cercando magari di farsi trovare pronti in caso di crolli verticali di chi sta davanti. Il punto interrogativo più grosso è sul Milan, alle prese con il calvario FPF e tutte le sue limitazioni. Di sicuro entrare in Europa dalla porta principale può aiutare questo percorso virtuoso, ma i numerosi infortuni e i cali dei giocatori più rappresentativi sono il più grande ostacolo. La Lazio forse è l'unica in regola con i suoi obiettivi, anche se in calo rispetto allo scorso anno. I risultati della scorsa stagione hanno di sicuro alzato le aspettative, ma la partenza di giocatori chiave come Anderson e De Vrij ha sicuramente influito. 

ROMA - Merita un capitolo a parte la squadra capitolina, vera grande delusione fin qui. La rivoluzione di Monchi per ora si è rivelata fallimentare, con una squadra che ha perso tutte le sue certezze, che si dimena tra continui alti (pochi) e bassi. L'obiettivo sembra ora quello di arrivare quarta, di riprovare a fare più strada possibile in Champions e ritrovare una identità da cui ripartire la prossima stagione.

Fonte: l'autore Fabio Di iasio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.