Mandzukic, eroe bianconero e leader dello spogliatoio

Sembrava dovesse andar via dopo l'arrivo di Cr7, ma è sempre il giocatore più amato dai tifosi juventini. Un idolo assoluto

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(116 articoli pubblicati)
Juventus v SSC Napoli - Serie A

"No  good": no, non sarebbe stata cosa buona la cessione di Mario  Mandzukic questa estate.

Il vice campione del mondo è rimasto ed è decisivo come sempre.

Quando vai a fare il tour dello  Stadio della Juventus ed entri nello spogliatoio ti fanno vedere due sedie che dominano: una è di  capitan Chiellini, e l'altra da sempre è di super Mario.

Dal possibile addio estivo all'inizio di campionato boom: Mandzukic è ora un punto fermo della nuova Juve di Ronaldo ed è prossimo al prolungamento biennale.

Il generoso e forte giocatore, è stato vicino all'addio alla  Juve  l’estate scorsa. Dopo aver “tirato la carretta” sulla fascia sinistra per tre stagioni giocando sempre fuori luogo per esigenze tattiche, il 32enne centravanti croato ha pensato a lungo ad una nuova squadra che gli consentisse di tornare al centro dell’attacco. I corteggiatori non mancavano, dalla Bundesliga alla Premier League, senza dimenticare la Cina, che però non ha mai entusiasmato “Marione”. Dopo averci pensato a lungo, però, ed averne parlato con mister Allegri, Mandzukic ha deciso di restare con grande soddisfazione anche da parte della dirigenza bianconera.

Spinto decisamente anche dall'amore incondizionato che gli attribuiscono i tifosi bianconeri.

Sia chiaro una volta per tutte a coloro i quali insistono col dire “bisognava vendere il croato e non Higuain” che in realtà i due destini non sono mai stati connessi. 

Al momento dell la Juventus è stata costretta a vendere l’argentino per esigenze di bilancio, essendo il calciatore che più “pesava” sui conti. Cedere Mandzukic non sarebbe servito a far respirare le casse dopo un investimento globale di oltre 250 milioni per il portoghese. Alla fine, dunque, l’ex Bayern è rimasto a Torino e ancora una volta ha avuto ragione Allegri, che ogni volta che si è affidato a lui nelle partite che contano soprattutto in Europa (Real, Manchester City, Barcellona…) non è mai stato tradito (si può dire lo stesso del Pipita che spesso è stato un peso, completamente nullo nelle partite che contano?).

In questo inizio di stagione, anche per la presenza in campo di CR7, Mandzukic è stato uno dei migliori. Ogni tanto ha tirato il fiato, inutile negarlo, perché non è più un ragazzino, ma il bilancio delle ultime 6 gare è di 4 gol e due assist, una media che “Iron Mario” non aveva da tempo. 

Quest'anno, d'accordo con Allegri, il croato spesso rifiaterà (negli anni scorsi era dura lasciarlo fuori anche perchè da subentrato il centravanti non riusciva mai ad essere incisivo).

Con Ronaldo l’intesa cresce di partita in partita: ad Udine il croato ha servito il portoghese per il suo gol, mentre nella gara precedente era stato proprio CR7 a mandare in gol Mandzukic per ben due volte. Tornando al centro dell’attacco, il numero 17 bianconero è nuovamente in grado di giganteggiare senza logorarsi per rientrare ad aiutare la difesa, anche se la battaglia non lo ha mai impaurito.

Allegri era stato chiaro prima dell’inizio del campionato: “Mandzukic tornerà a fare l’attaccante e farà bene”. Per ora i piani sono perfettamente rispettati e visto che il contratto di Mario è in scadenza a giugno 2020, già si parla di un rinnovo che gli consentirebbe sostanzialmente di chiudere la carriera alla Juve.

Adesso che la gestione è passata in toto a Paratici, la prima idea è quella di  partire dal leader dello spogliatoio per poi pensare ad alcune cessioni a Gennaio nella giornata in cui Ramsey, in scadenza con l'Arsenal, si è accordato con i bianconeri per la prossima stagione.

Ma questa è un'altra storia!

Juventus v US Sassuolo - Serie A
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.