Juventus: si può parlare di “allarme Ronaldo”?

Pur avendo tirato in porta più di chiunque altro nei maggiori campionati europei, Ronaldo è ancora a quota zero nella classifica marcatori. C’è da preoccuparsi?

di Giuseppe Garetti
Giuseppe Garetti
(6 articoli pubblicati)
Parma Calcio v Juventus - Serie A

Il colpo del secolo.

Con queste poche seppur suggestive parole è stato denominato il trasferimento di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus.  Da quest’anno, la Serie A, anche e soprattutto dopo questo trasferimento, può godere di quell’appeal che mancava dai primi anni del nuovo millennio, dove a farne parte erano i maggiori talenti del calcio mondiale di quei tempi. 

Nuovamente tutte le attenzioni mediatiche internazionali si concentrano sul nostro campionato, specialmente sulla Juventus (con l'obiettivo Champions ormai dichiarato), e ancora di più sulla causa di tutto ciò: Cristiano Ronaldo. Probabilmente proprio per questo motivo, tutti si aspettano che il portoghese tiri fuori qualche magia dal nulla e prima di ogni gara la domanda sembra essere sempre la stessa : "Quanti gol farà oggi Ronaldo?". E se aveva destato scalpore il suo digiuno dopo i primi 90’ minuti con il Chievo, figuriamoci adesso che è ancora a secco dopo le prime tre gare. 

C’è chi già parla di flop del mercato, chi di “allarme Ronaldo”, chi dà la colpa ad Allegri e chi invece ai suoi compagni, colpevoli di non averlo ancora messo nella giusta condizione per poter segnare. Poi ci sono coloro che da anni hanno sempre sostenuto che campioni come Ronaldo e Messi, che a fine stagione ci hanno abituati ad avere più goal che presenze, avrebbero faticato e non poco ad ottenere gli stessi risultati in Serie A, campionato molto più tattico, dove anche le piccole squadre prestano molta attenzione alla fase difensiva. E sono proprio quest’ultimi a ridere sotto i baffi, con la loro teoria maggiormente rafforzata dopo queste prime tre uscite di Ronaldo con la casacca bianconera.

In medio stat virtus (La verità sta nel mezzo, nda), così dicevano i latini, ed è proprio qui che risiede la soluzione a questa diatriba. È vero, la Serie A non è un campionato facile, la fase difensiva è molto più curata rispetto ad altri campionati, ma è pur vero che Ronaldo ha segnato 10 gol proprio contro la Juventus (sua vittima preferita in Champions League), che fino a prova contraria possiede la miglior difesa del nostro campionato. 

Qualora Ronaldo avesse segnato in tutte e tre le gare, a quest’ora avremmo messo in dubbio le qualità del nostro campionato, cosa del tutto ingiusta, tanto quanto mettere in discussione il fenomeno portoghese.  Consideriamo quindi queste prime tre gare come un periodo di adattamento di Cr7 alla Serie A, ma anche della Juventus a Cr7, la quale ha comunque ottenuto tre vittorie ed è attualmente l’unica squadra a punteggio pieno.  

Nelle partite che contano, Ronaldo ha sempre risposto presente, e se la Juve in campionato vince nonostante il suo digiuno, sarà in Champions League che sarà chiamato ancora una volta a trascinare la propria squadra fino in fondo. Una sfida non da poco, ma Ronaldo è qui per affrontarla, e la Juventus l’ha acquistato proprio per questo motivo, ragion per cui i tifosi juventini devono star tranquilli. Ronaldo non ha risposto presente, solo perché ancora non è stato fatto l’appello.  Le somme come sempre si tirano a fine stagione, non dopo tre giornate, e nelle partite decisive, tra campionato e coppa, Ronaldo dovrà essere quel tocco in più, che per ora (soprattutto in Champions) è mancato alla Juventus.

Juventus v Juventus U19 - Pre-Season Fri
Fonte: l'autore Giuseppe Garetti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.