Inter, the day after, il pasticcio a porte chiuse

Con o senza pubblico l'Inter a Torino non fa punti e consegna agli annali una partita contro la Juve senza cuore ne testa

di Francesco Fiori
Francesco Fiori
(121 articoli pubblicati)
Dybala

L'Inter non riesce a festeggiare il compleanno del 9 marzo in maniera serena. La partita con la Juventus ridimensiona le aspirazioni da squadra di pari livello con i bianconeri, giocando solo un tempo e perdendo alla distanza gara e ambizioni.

Non sembrava una squadra da Conte questa Inter, priva di attributi e presa a sassate dalla Juve che ha dato l'idea, nei secondi quarantacinque minuti, che il gol sarebbe arrivato, in un modo o nell'altro e grazie ad uno dei campioni che Sarri può schierare.

Se dalla panchina si alza Dybala e addirittura si tiene a riposo uno come Pjanic mentre sponda opposta entra il gemello inutile di Eriksen, un Gagliardini al rientro (altro fantasma) e un evanescente Sanchez la differenza è bella che scritta, la Juve ha un organico da pretendente alla Champions e l'Inter no.

Sopperire al divario tecnico con grinta e cuore sarebbe stato il mantra di Conte che invece si ritrova uno stadio vuoto e risvegliato dalle poche urla dei due gol, con Ramsey che segna nel traffico d'area mentre Dybala regala una rete talmente fantastica che è un peccato vederla senza boato.

Lukaku e Martinez non pervenuti, Barella tutto polmoni ma che da solo non può far miracoli, Candreva senza mira e una linea difensiva che sta a guardare nei due gol dei padroni di casa dove un incolpevole Handanovic è al rientro ma che da solo non può opporsi a tutti gli attacchi subiti, in una partita che pareva un pareggio scritto, ma solo per i primi 45 minuti.

Ora all'Inter resta Coppa Italia ed Europa League e se nella prima competizione deve rimontare un gol al Napoli in trasferta, nella competizione europea deve stare attenta al non irresistibile Getafe che, se si gioca come ieri, potrebbe sembrare Barcellona o Real Madrid.

Martinez
Fonte: l'autore Francesco Fiori

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Davide 46 - 6 mesi

    E la Juve all’andata con Higuain e al ritorno con Dybala è decisiva con la panchina

  2. Davide 46 - 6 mesi

    Inter non pervenuta

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.