Dragusin, il difensore predestinato che piace tanto a Pirlo

La Lazio, il profumo della serie A, un predestinato di forza e talento: la Juventus ha in casa un top player in pectore pronto al salto tra i grandi

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(398 articoli pubblicati)
Juventus U23 Training Session

Settimane in isolamento, poi la chiamata: lo vuole Pirlo e lo vuole subito. 

Le ultime ore devono esser state un sogno ad occhi aperti, per Radu Dragusin

Si è appena negativizzato (questo maledetto virus che non se ne andava mai), e la prima mossa 'ufficiale' è stata quella di aggregarsi al gruppo: con l'infortunio di Chiellini, il tecnico ha pensato subito al roccioso centrale rumeno, studiato molto attentamente in estate quando il tecnico di Flero era ormai prossimo alla panchina dell'Under 23. 

Chiellini, ormai decisamente sul viale del tramonto: con un fisico che purtroppo mostra enormi scricchiolii. Un grande capitano, un difensore di livello assoluto che però sta vedendo la linea del traguardo. Inutile negarlo, inutile raccontarne una storia diversa. Il periodo Covid costringe le società a puntare sui giovani. E questa estate senza preparazione ha portato a valutare nomi che sembravano improponibili a un certo tipo di squadra.

Ecco, cos'è rimasto di quelle sere d'estate, dei ripassi e delle idee su quella formazione? I ragazzi. Forti. Da lanciare. A partire da Radu e dalla gara con la Lazio.

Ma com'è arrivato alla Juve? 11 gennaio del 2018: Marotta e Paratici, mentre il mercato invernale arriva nel momento clou, bussano alla porta dello Sport Regal di Bucarest, club che ha Florin Raducioiu (che qui in Italia è di casa e spesso lo vediamo tra Brescia e Milano) quale direttore tecnico. Vogliono Radu Dragusin, quel ragazzino che sembra già troppo grande, troppo maturo, anche troppo impostato. Era il capitano dell'Under 16 della Romania, mesi prima aveva vinto il premio come miglior giocatore nelle ultime finali nazionali Under 15, vinte proprio dal suo club. 

Chi l'ha visto giocare, ecco, l'ha definito subito 'fortissimo'. 

Da qui, la scelta della Juve di portarlo a Vinovo. Parte dall'Under 16, all'epoca allenata da Simone Barone; passa subito all'Under 17 di Pedone. 

Dimostra tutto, pure di più. Anche troppo, superiore per voglia di vincere e forza fisica ai suoi coetanei.

Così la macchina del mercato bianconero si è messa subito in moto: prima si è abbassata la pretesa dei rumeni (volevano 250mila euro), poi si è lavorato sui bonus.  

Dragusin sceglie la Juventus. Ma non per 'scappare' dalla Romania: lo fa rifiutando l'Atletico Madrid, proprio la squadra che ha ritrovato nella prima partita di Youth League (e che ha battuto, assolutamente da protagonista). Lo Sport Regal di Bucarest è infatti un club satellite dei Colchoneros, e il passaggio sembrava praticamente obbligato. 'No, grazie': Radu va alla Juve, riluttante pure verso l'ultimo tentativo del Psg, che voleva fare una operazione stile Verratti. Contro la Lazio l'occasione di entrare dalla porta principale nel mondo dei grandi calciatori: una grande occasione. 

Intanto, dopo lo spavento covid, il karma ha restituito una convocazione attesa a lungo. Ci risiamo: tocca a Dragusin.

Dopo Frabotta, un altro giovane in orbita Pirlo: e che giocatore!

Juventus U23 v Pro Sesto - Serie C
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.