CR7: alla ricerca del gol perduto

Breve analisi sulle difficoltà incontrate dal Pallone d'Oro in carica, non ancora andato a segno in Serie A

di Carlo Cecino
Carlo Cecino
(19 articoli pubblicati)
Cristiano Ronaldo si dispera dopo un gol

Quante volte abbiamo sentito dire: "In realtà Cristiano Ronaldo e Messi fanno grappoli di gol perchè in Liga le difese non esistono..."? Ecco, dopo le prime tre giornate di campionato si dovrebbe andare da coloro che difendono a spada tratta la Serie A e congratularsi con loro.  C'è da segnalare un però: anche lo scorso anno il fuoriclasse portoghese non aveva timbrato il cartellino dopo le prime tre giornate di Liga ; ok che è un marziano, ma non può più essere quel robot che segna un gol ad ogni singola partita.

Eppure, l'impressione trapelata dai primi incontri di Cristiano con le difese del campionato italiano evidenziano un fatto: la Serie A non apparirà agli occhi degli spettatori come la spettacolare Premier League, tuttavia le difese del campionato nostrano sono e restano le più organizzate dal punto di vista difensivo. Raddoppi continui e costanti, falli tattici, marcature a uomo sono alcune delle caratteristiche più importanti dei nostri assetti difensivi, che Cristiano ha sofferto in queste prime uscite stagionali. In particolar modo nella trasferta di Parma, dove il portoghese ha cercato ripetutamente e quasi ottusamente la via della rete, senza trovarla. Lo si sa, il gol è la medicina migliore per ogni attaccante di razza, bensì per Cristiano è un vero e proprio elisir di vita. CR7 e il gol sono una cosa sola.

Bisogna comunque tenere conto che Ronaldo, dopo circa dieci anni al Real Madrid, deve pian piano inserirsi nei meccanismi di gioco juventini e conoscere sempre più i suoi nuovi compagni, dunque un periodo di adattamento era da preventivare. Ragion per cui è necessario aspettare qualche altra settimana prima di trarre giudizi definitivi sulla vena realizzativa del campione 33enne. La mia singola opinione (che vale poco o nulla), è che Cristiano ci metterà poco a ritrovare la via del gol, e non appena si sblocca gonfierà ripetutamente le reti degli stadi italiani. Credo non arriverà a 30-35 reti, però la mia sensazione è che scollinerà quota 20 gol, anche grazie all'aiuto dei calci di rigore.

I possessori di CR7 al fantacalcio possono perciò dormire sogni tranquilli e non preoccuparsi, Ronaldo è una macchina da gol. Oltretutto riuscirà ad adattare il suo gioco con il resto dei compagni di reparto, sia in posizione di esterno sinistro, che da centravanti. Troverà il modo di giocare con Dybala e Douglas Costa, anche se al momento la presenza di Mandzukic è necessaria nello scacchiere bianconero. In conclusione i tifosi bianconeri non dovrebbero concentrarsi troppo sul numero dei gol di CR7, piuttosto dovranno osservare la valenza dei gol del Pallone d'Oro in carica. Ricordiamoci che Ronaldo è stato acquistato dalla Juve per arrivare alla tanto agognata Champions League, pertanto lo scenario migliore a fine stagione per la Vecchia Signora dovrebbe prevedere un Ronaldo con 15 reti all'attivo in Champions, anziché 35 o più gol in Serie A.

Fonte: l'autore Carlo Cecino

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.