Caro Leo ti scrivo, così mi distraggo un po’

Parole, pensieri e riflessioni di un tifoso juventino nei confronti di colui che era considerato una bandiera del club bianconero

di Giacomo Mazzanti
Giacomo Mazzanti
(11 articoli pubblicati)
Juventus New Signing Leonardo Bonucci Ar

Se veramente dovessi inviare questa lettera al signor Bonucci, dovrei iniziare con “Egregio Sig.” e roba simile, ma data la circostanza amichevole direi che per iniziare va più che bene un

Ciao Leo,

bentornato in quella che per 7 anni è stata la tua casa, bentornato nel posto che ti ha preso quando eri ancora un giocatore mediocre e ricoperto di critiche, quando eri considerato la riserva di Andrea Ranocchia e nessuno aveva mai parlato di te. 

Ti abbiamo criticato inizialmente perché le tue prestazioni potevano non essere all’altezza della maglia che indossavi ma, parliamoci chiaro, in quel disastrato settimo posto nessuno era degno di indossare quella maglia, eccezion fatta per Buffon, Del Piero e pochi altri. Da quando è arrivato Conte sei stato messo al centro della difesa e di un progetto che guardava al futuro: squadra bilanciata tra giovani ed esperti e uno stadio nuovo che era un gioiello. 

Era un rapporto idilliaco, tu amavi noi e noi amavamo te. Ti sei sempre proclamato uno dei nostri e andavi in mezzo ai tifosi quando ti davano il turno di squalifica pur di non abbandonare la Signora. Insieme ci siamo tolti tante soddisfazioni: sei scudetti consecutivi, record di punti in serie A,  due finali di Champions (purtroppo perse, ma comunque raggiunte). Sei diventato pian piano uno dei pilastri nello spogliatoio ed uno dei punti di riferimento per i nuovi che arrivavano alla Juventus. Sei stato uno dei nostri soprattutto quando il piccolo Matteo ha avuto seri problemi ed il gioco del calcio era diventata una questione secondaria, ti abbiamo capito, sostenuto e supportato tanto che ci avevi definito una seconda famiglia e hai giurato che ti saresti incatenato ai cancelli dello Stadium pur di non abbandonare Torino. Alla festa del sesto scudetto, quando lo speaker ha annunciato il tuo numero lo stadium è esploso in un boato ed è partito un applauso scrosciante, fino a quando non hai preso in braccio il piccolo Matteo (finalmente guarito), allora agli applausi si sono sostituite le lacrime - anche le mie chiaramente. 

Arriva l'estate ed il tuo nome inizia ad essere accostato a quello del Diavolo, noi tifosi bianconeri sorridevamo e dicevamo "Ma figurati se Bonny va al Milan", però tu non ti esprimevi, non davi segnali rassicuranti a nessuno. Sparito dai social, nessuna intervista, niente di niente fin quando non arriva l'annuncio. Sangue gelato, tifosi increduli ed una sensazione di amarezza indescrivibile. Ti presenti ad una rivale di sempre con la presunzione di avere un ingaggio record, essere il capitano e promettere ai tifosi che nel giro di 4 anni gli farai vincere la Champion's e che sposterai gli equilibri in campionato. Il campionato poi inizia, la Juve continua a macinare punti ed il Milan annaspa, rimane dietro, tu Leo combini errori su errori senza spostare nessun equilibrio. Arriva poi il giorno tanto atteso, Juventus-Milan, il tuo ritorno allo Stadium da avversario. Vieni accolto dai fischi - giustamente o meno- e la sorte vuole che tu riesca anche a segnare. Come se non bastasse decidi anche di correre sotto la curva e fare il segno di "sciacquarsi la bocca". Questo è troppo Leo, questo è veramente troppo. 

Siamo di nuovo in estate adesso, e ieri, 2 agosto 2018 è stato ufficializzato il tuo ritorno in bianconero dopo un solo anno al Milan e senza aver minimamente lasciato il segno. Il segno però l'hai lasciato qua da noi, ci hai lasciato con una ferita aperta che non si è ancora richiusa. Quindi torna pure Leo, ma fallo in punta di piedi e in pieno stile Juventus perché adesso prima di dire qualcosa su di noi, dovrai veramente sciacquarti la bocca.

ACF Fiorentina v AC Milan - Serie A
Fonte: l'autore Giacomo Mazzanti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.