A Roma spettacolo, emozioni e polemiche: Inter e Roma pareggiano 2 a 2

Alla rete iniziale di Keita risponde Under, al vantaggio di Icardi risponde Kolarov.

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(70 articoli pubblicati)
Lo stacco di Icardi

LA PARTITA

I ritmi sono stati alti fin dall'inizio. La Roma colpisce un palo con Florenzi dopo un bel passaggio di tacco di Schick e poi recrimina per un calcio di rigore non concesso dall'arbitro. Nell'azione successiva l’Inter trova il gol del vantaggio con Keita su assist di D’Ambrosio dalla destra. Il pareggio della Roma arriva all'inizio della ripresa grazie ad un euro-gol di Under da fuori area. L’Inter continua a crederci e trova l’ennesimo vantaggio con il gol di Icardi su calcio d’angolo. Il gol del pareggio definitivo della Roma arriva su un calcio di rigore realizzato da Kolarov: Brozovic fa un’ingenuità e prende la palla con il gomito negli sviluppi di un calcio d’angolo a favore dei giallorossi.

LE SCELTE DI SPALLETTI

Spalletti mette in campo la squadra con un 4-3-3 con un centrocampo di qualità e con Keita e Perisic sulle fasce a supporto di Icardi. L’idea tattica di Spalletti è facilmente intuibile vedendo le scelte a centrocampo: al “solito” regista Brozovic, il tecnico nerazzurro affianca un altro regista come Borja Valero (ma nel ruolo di mezz’ala) e un palleggiatore tecnico come Joao Mario. Un centrocampo potenzialmente devastante quando l’Inter aveva il controllo della palla ma che poteva soffrire la fisicità dei centrocampisti della Roma quando ad avere il possesso della palla erano i giallorossi. La partita per alcuni versi è andata proprio così: la fisicità di Cristante, N’Zonzi e Zaniolo e gli strappi di quest’ultimo che hanno costretto il centrocampo nerazzurro a correre all'indietro, sono state delle grosse gatte da pelare per la squadra di Spalletti.

GLI ERRORI ARBITRALI E NON SOLO

Le polemiche dei tifosi romanisti nascono da un rigore non dato per un fallo su Zaniolo. Il fallo c’era ed è stato un chiaro errore arbitrale: Zaniolo entra in area, va a contrasto e salta D’Ambrosio che allarga la gamba e travolge il numero ventidue giallorosso. In quell'occasione l’arbitro aveva la visuale ostacolata da un giocatore nerazzurro, quindi il “colpevole” va individuato in chi si occupava del VAR. Sempre da attribuire al VAR è un altro errore arbitrale che è passato ingiustamente in secondo piano. Anche all’Inter infatti manca un rigore per il fallo di Manolas su Icardi: il capitano dell’Inter era in vantaggio sul difensore romanista e si stava apprestando a calciare "a tu per tu" con Olsen quando Manolas gli ha dato una forte spallata o “tranvata”, come ha detto Spalletti, che ha sbilanciato il capitano dell’Inter facendolo finire per terra. Un episodio molto dubbio che in diretta poteva sembrare un classico contrasto “spalla a spalla” ma che sicuramente era meritevole di una consultazione tra VAR e arbitro.

Altri errori non riguardanti l’arbitraggio hanno caratterizzato i ritmi della partita. Le continue ripartenze da una parte e dall'altra sono scaturite da errori  da parte delle due squadre che hanno aperto gli spazi per un contrattacco avversario. Il rammarico dell’Inter è di non aver sfruttato bene alcune grosse occasioni da gol perché è mancata la concretezza e la precisione nell'ultimo passaggio.

PERISIC, QUANDO TI SVEGLIERAI?

L’esterno croato dell’Inter si è reso “protagonista” dell’ennesima prova sottotono del suo campionato. Il croato sembra un lontano parente di quel giocatore che dominava fisicamente le partite fino all'anno scorso. Le cause di queste brutte prestazioni si possono individuare in un gran Mondiale che lo ha prosciugato dal punto di vista fisico e da alcune scelte sbagliate di Spalletti che continua a schierarlo titolare nonostante l'esterno ha un chiaro bisogno di riposo.

I MERITI DELLA ROMA

La partita è stata presentata come un match facile per l’Inter che affrontava una Roma in difficoltà e con moltissime assenze. La Roma invece ha giocato una gran partita: a tratti ha messo sotto sul piano fisico il centrocampo dell’Inter e sugli esterni, soprattutto dal lato di sinistra con Florenzi e Kolarov, è riuscita a creare dei pericoli alla difesa interista.

Keita
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.