Per tifare Inter ci vuole un cuore forte, per giocare nell’Inter …

L'Inter non compie l'ultimo passo per superare i gironi di Champions. Pareggio in casa per 1 a 1 contro il PSV.

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(70 articoli pubblicati)
Stadio

PER TIFARE INTER CI VUOLE UN CUORE FORTE

La partita di ieri ha messo a dura prova le coronarie dei tifosi nerazzurri e la loro pazienza. L’inizio della partita ha portato ottimismo: una buona Inter, diverse occasioni create e un palo colpito da Perisic su assist di Icardi. Poi l’errore improvviso causato da un singolo giocatore e il conseguente blackout. Asamoah si complica la vita e, invece di fare un retropassaggio al portiere, decide di avventurarsi in un dribbling, perde palla e il PSV trova il gol con Lozano. La reazione dell’Inter e di Asamoah non si fa attendere, ma è una reazione guidata dalla frenesia e dalla voglia impellente di riscattarsi. Ed è così che per tutto il resto del primo tempo la squadra ha provato a pareggiare con molta confusione, molti passaggi sbagliati e Asamoah che, pur di farsi perdonare, andava a pressare in zone non di sua competenza e sbagliava passaggi su passaggi. Le notizie positive arrivano intanto da Barcellona. Altro che biscotto. I blaugrana, pur schierando molte riserve, sono in vantaggio a fine primo tempo grazie al gran gol di Dembelé.  Nella ripresa l’Inter continua a provarci ma manca di concretezza sotto porta. Poi ci pensa il solito Mauro Icardi a far esplodere di gioia i propri tifosi. Realizza il gol del pareggio su cross di Politano (gol che in quel momento avrebbe garantito la qualificazione all’Inter). Spalletti usa il suo ultimo cambio per togliere Politano (che aveva speso molte energie e forse era stanco) e per mettere Vrsaljko, aggiungendo un po’ di equilibrio che si era perso dopo l’ingresso di Keita e Lautaro Martinez. Proprio in quel momento arriva la beffa che mette a dura prova il cuore dei tifosi interisti: il Barcellona colpisce un palo con Coutinho (eterno rimpianto dell’Inter) e il Tottenham trova il gol del pareggio con Lucas Moura. La squadra nerazzurra non riesce a reagire e l’ultima occasione viene sprecata definitivamente da Lautaro che di testa manda alto il pallone.

PER GIOCARE NELL’INTER CI VOGLIONO GLI ATTRIBUTI 

Sulla carta l’Inter aveva un’età media superiore a quella del PSV e anche il valore tecnico era superiore. E in più a giocare in casa con una cornice di pubblico molto numerosa era l’Inter. Eppure alcuni giocatori (per non dire molti) hanno dimostrato ancora una volta di avere dei limiti caratteriali e mentali. La reazione al gol subito dal PSV è stata molto affannosa. Dopo il gol del pareggio, i calciatori si sono seduti sugli allori e, invece di continuare a spingere come prima (o anche più di prima), hanno cominciato a girare palla lontano dall'area di rigore avversaria. E poi, nel momento decisivo della partita (e della stagione, almeno finora) è mancata la vera reazione. Quella voglia di andare a vincere la partita che in altre occasioni non era affatto mancata (basti pensare alle diverse vittorie raggiunte proprio in extremis). Quando sul tabellone è apparso il pareggio degli Spurs e lo stadio ha iniziato a mugugnare, le gambe dei calciatori hanno cominciato a tremare. 

IL LATO POSITIVO DI UNA GIORNATA NO

Qualcosa di positivo può essere tratto da questa partita. Skriniar in difesa è stato il solito muro. Spesso si è trovato in un "uno contro uno" con i rapidi attaccanti olandesi e ne è uscito sempre vincitore. Politano si è confermato il miglior calciatore del momento dell’Inter. Tanta corsa, qualità, giocate espresse solo dai suoi piedi e occasioni da gol confezionate per i suoi compagni. Altro giocatore che non ha deluso è senza dubbio Icardi. Mauro ha fatto una partita da capitano. Per buona parte della partita ha giocato per la squadra, faceva sponde per i suoi compagni, usciva dall'area e provava lui stesso a servirli (come nel palo di Perisic).

Esultanza al gol di Icardi
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.