L’Inter sopravviverà anche a Sabatini

L'addio del dirigente al gruppo Suning ha messo in agitazione i tifosi ma il programma nerazzurro procede senza cambiamenti

di Pietro Saccone
Pietro Saccone
(185 articoli pubblicati)
FC Internazionale v ACF Fiorentina -Seri

Walter Sabatini non è più il direttore dell'area sportiva del gruppo Suning.

La rescissione del contratto dell'ex direttore romanista non sorprende: già nei giorni scorsi era trapelata la perplessità del gruppo cinese a rinnovare il contratto di Sabatini, il cui destino è parso legato a quello di Capello; non è un caso che i due abbiano lasciato a pochi giorni di distanza.

Adesso che succede? Gli Zhang vogliono lasciare l'Inter? Il mondo nerazzurro si è spaventato, parte della tifoseria ha analizzato mentre alcuni si sono scatenati a contestare la poca chiarezza. E' vero che Suning non ha mai privilegiato la comunicazione verso il tifo interista ma è pur vero che la linea dettata per l'Inter non cambia.

Sabatini lascia deluso dalla situazione e da sè stesso. Non ha avuto l'autonomia che desiderava e non poter agire in totale libertà lo ha innervosito; le fumate nere riguardanti Ramires, Teixeira e Pastore hanno portato allo strappo tra i vertici cinesi ed il dirigente romano. "Sono scelte personali", ha confermato l'ad interista Alessandro Antonello, ''andiamo avanti concentrandoci sulla Champions'' ha chiuso Antonello.

Investimenti sui giovani, autofinanziamento e mercato sostenibile, in linea con la crescita dei ricavi e dei risultati: questo è il programma cinese per l'Inter. I supporter spesso hanno invitato Suning a ''cacciare i soldi'', dimenticando che la prima società italiana (la Juventus) non ha uno sceicco che apre la borsa a caso ma vive su un vero autofinanziamento: sono i ricavi derivanti da risultati, stadio e sponsorizzazioni che hanno reso negli anni la Juve una società virtuosa capace di muoversi liberamente sul mercato. All'Inter adesso serve proprio continuità tecnica (ed il più che probabile rinnovo di Luciano Spalletti ne è una conferma) oltre al prosieguo della crescita sul mercato. Non è un caso che l'addio di Sabatini, non attratto dalla prospettiva di lavorare in una situazione border line, sia arrivato nel giorno dell'affermazione della Primavera (priva di molti titolari e sottoleva) al Viareggio, successo che porterà 500 mila euro di sponsorizzazione extra da Suning nelle casse interiste.

Dopo il forfait nella trattativa Pastore, la sensazione è che il mercato interista sia andato avanti senza il coinvolgimento di Sabatini, già in aria di saluti. Al tifoso pessimista riguardo gli investimenti va ricordato che l'Inter, con Piero Ausilio, ha già speso 25 milioni di euro per assicurarsi Lautaro Martinez ed ha praticamente chiuso gli ingaggi a parametro zero (ed in linea con regolamenti e diktat societari) di due elementi importanti come Stefan De Vrij e Kwadwo Asamoah, non proprio due colpi a margine. Il mercato nerazzurro andrà avanti, ci saranno delle uscite (Perisic? Brozovic?) e degli ingressi in funzione di quello che è il fatto realmente importante: la qualificazione alla Champions League. Dopo si discuteranno i riscatti di Joao Cancelo e Rafinha, con la volontà di prolungare l'avventura nerazzurra dei due.

Luciano Spalletti, sempre più il centro del progetto Inter, dovrà tenere la squadra sui binari giusti a partire dalla gara di sabato contro l'Hellas Verona: la settimana che aspetta l'Inter è determinante in chiave europea con Hellas, derby e Torino a chiarire quale sarà la situazione di una squadra che, fin qui, è stata nelle prime quattro in 28 delle 29 giornate giocate e che ha dato segnali di risveglio con 7 punti nelle ultime tre gare giocate.

Interisti, la parola passa al campo: la Champions League è il vero obbiettivo su cui focalizzare l'attenzione e la Beneamata ce la può fare.

Fonte: l'autore Pietro Saccone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.