L’Inter si interroga su Icardi: che ne sarà del suo Maurito?

L' estate più in ombra per l' ex capitano nerazzurro in rotta con l' ambiente

di Michele Toniolo
Michele Toniolo
(2 articoli pubblicati)
MILAN ITALY - NOVEMBER 28 Mauro Icardi

Partiamo dal presupposto che un bomber come Mauro Icardi sarà difficilissimo da trovare. Come si può rimpiazzare un ragazzo di 26 anni che in 219 presenze con la gloriosa maglia nerazzurra porta in dote 121 gol? Purtroppo il suo rapporto con l' Inter sembra arrivato ai ferri corti per un insieme di concause difficili da analizzare. Come in tutte le storie d' amore quando si rompe qualcosa per troppo orgoglio o per incomprensioni si rischia di non riuscire più a ricucire il rapporto. Torniamo indietro di qualche mese, 13 febbraio vigilia dei sedicesimi di Europa League : sappiamo tutti come è andata, la società pubblica una nota nella quale sottolinea come Mauro Icardi non sia più il capitano dell'Inter, la fascia passa sul braccio di Handanovic. Motivo principale le uscite di Wanda, opinionista a Tiki Taka nonché moglie dell'ex capitano e sua agente. A pagarla soprattutto certe sparate sui compagni di squadra non all' altezza del marito esclamate in mondovisione. Da qui comincia il lungo inferno per Maurito che si ritiene offeso da quella che lui sempre ha ribattezzato come la sua famiglia, la squadra del suo cuore. Decide di rinunciare alla convocazione per quella trasferta europea e da lì non vuole più tornare in campo fino al 4 aprile. Nel mezzo di questi quasi due mesi c'è spazio per tutto, incomprensioni, litigi, foto social condite da dichiarazioni d' amore a misteriose frasi che sembrano preannunciare l' addio.

Finché quel 4 aprile Maurito torna in campo e segna anche se lo si vede lontano un chilometro che è intristito. Il suo errore più grande commesso in questo periodo di assenza che sembra interminabile è stato quello di lasciare un' Inter stanca e in difficoltà senza il suo simbolo in campo, cosa che ha rischiato di pregiudicare anche la qualificazione in Champions  League che si deciderà a San Siro in un match finale vietato ai deboli di cuore con una retrocessione di un Empoli coriaceo e battagliero fino all' ultimo secondo. Ecco in questa partita si è consumato probabilmente l' addio di Mauro col suo popolo (io, forse da troppo ottimista spero ancora di no) con il rigore fallito e la pioggia di fischi ingiusti al momento della sostituzione per un ragazzo che avrà si dei difetti ma ha sempre dimostrato grande attaccamento ai nostri colori anche se la maggior parte del tifo non si ritrova d' accordo. Dispiacerebbe molto, perchè un attaccante formidabile per due volte capocannoniere della Serie A negli anni tra i più bui forse della recente storia nerazzurra avrebbe meritato dei trofei e tutt'altre soddisfazioni. Ma si sa il calcio è crudele e nasconde sempre dietro l' angolo insidie e dissapori. Chi avrebbe mai detto un anno fa che Mauro Icardi sarebbe stato accantonato dal progetto  messo fuori rosa fino a nuova sistemazione (parole di Marotta) e messo in vendita alla cifra di 50 milioni con le cifre spropositate del mercato di adesso?

Un anno fa era il capitano con una clausola da 110 milioni di euro e pronto a giocarsi obiettivi importanti con Inter e Nazionale. Sarebbe davvero un peccato vederlo cambiare maglia e magari approdare alla corte degli storici nemici Juventini che tra l' altro non vedrebbero l' ora di alimentare uno screzio così grande. La tua sarà una lunga estate Mauro, la più lunga forse. Io ti vedevo già come il nuovo Javier Zanetti con la fascia al braccio. Le tue lacrime di gioia alla fine della partita con la Lazio che ci ha riconsegnato la partecipazione alla coppa più ambita non mentono, come nemmeno quelle di disperazione dopo le sconfitte. Tu questi colori li hai sempre sentiti dentro, lo so per certo. Ma purtroppo ho il sentore che non si possa tornare indietro anche se ho ancora l' 1% di speranza di vederti correre sotto la tua curva con le mani alle orecchie come hai insegnato a fare a mille bambini che ogni giorno giocano nei campetti imitando l' esultanza del loro idolo. Comunque vada ti sono stato molto affezionato in questi anni. Scegli col cuore Mauro gli interisti ti aspettano ancora.

Mauro icardi vs Juve
Fonte: l'autore Michele Toniolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.