L’Inter che verrà: il reparto difensivo

I nerazzurri con l’acquisto di De Vrij, si sono assicurati un muro difensivo con pochi eguali in Europa

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
De Vrij

Le squadre vincenti sono quelle che subiscono meno gol”. Con questa massima, gli esperti del gioco più bello del mondo pongono la loro attenzione sulla fase difensiva, ritenuta indispensabile e predominante nel mondo del pallone. In Italia, la maggior parte delle compagini, ha come priorità assoluta quella di subire il meno possibile, in termini di gol e di attacchi avversari. Questo vale sia per le piccole squadre sia per i team più blasonati. La società Inter, ad esempio, sta iniziando a costruire le basi per la nuova stagione sportiva, dando assoluta priorità al reparto di difesa. Se Handanovic, da anni, rappresenta una garanzia, gli uomini mercato hanno già concluso alcune operazioni di notevole importanza. Con l’acquisto di De Vrij, fortissimo centrale proveniente dalla Lazio, l’Inter completa il suo muro difensivo, affiancando l’olandese a Skriniar (vera sorpresa della stagione appena conclusa), Miranda ed al ritrovato Ranocchia. Se al centro, la retroguardia interista è attrezzatissima e pronta ad affrontare chiunque, il capitolo terzini è assai più spinoso.

Con il complicatissimo riscatto di Cancelo, la squadra si ritrova con D’Ambrosio, Santon (che molto probabilmente lascerà l’Inter), Dalbert (anch’esso in procinto di abbandonare Appiano Gentile) ed il nuovo acquisto Asamoah proveniente dalla Torino bianconera. Un ruolo, quello del terzino, ricoperto da calciatori non sempre all’altezza della situazione. Per anni l’Inter ha cercato esterni bassi degni di vestire la maglia nerazzurra: una ricerca infruttuosa e senza successo. Fino quando, a gennaio, è sbarcato a Milano Cancelo proveniente dal Valencia. In poco tempo ha conquistato tutto il mondo interista ed è divenuto un elemento indispensabile della squadra di Spalletti. Purtroppo, il Fair Play finanziario condiziona pesantemente la società che non si trova nella condizione di poter riscattare il giocatore. Una grave perdita sia a livello di campo sia a livello di spogliatoio. Joao, infatti, sembrava perfettamente integrato nel gruppo che, sicuramente, noterà e sentirà la sua mancanza. Gli uomini mercato dovranno operare in modo oculato per trovare un terzino in grado di sostituire il portoghese. In attesa che il calciomercato prenda il via, i tifosi nerazzurri possono godersi quattro difensori centrali da far invidia a molti, in Italia ed in Europa. 

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.