Le opinioni dei tifosi interisti sul caso Icardi

Tutto cambia nel panorama interista, ciò che sembra vero oggi potrebbe non esserlo domani

di Francesco Poli
Francesco Poli
(34 articoli pubblicati)
Icardi

Cari amici, in questo articolo non dirò tanto la mia opinione, quanto quello che pensano gli interisti sullo scontro tra Icardi e l'Inter, ma in realtà soprattutto con una parte dello spogliatoio. Ovviamente l'opinione non è univoca e totalitaria, ma ce ne sono di differenti. Certo, è vero, in questo momento Icardi è nell'occhio del ciclone e ha perso gran parte dei consensi, ma nonostante ciò bisogna dire che una minoranza di interisti ancora lo sostiene. 

Come nella politica, dove i consensi ormai sono sempre più effimeri e stagionali, anche nel calcio ciò che appare in maniera schiacciante e maggioritario oggi, tra sei mesi invece potrebbe essere ribaltato. Chiariamo quindi alcune cose, Icardi c'è chi lo ha sempre odiato, c'è chi lo ha sempre amato e poi c'è la maggioranza dei tifosi interisti che lo ha visto comunque come un personaggio magari un po' "strano", mi si passi il termine, ma utile alla causa con la sua caterva di gol. 

Quando la curva nord interista lo contestò dopo lo scontro di Sassuolo, la maggior parte del resto di san Siro lo sostenne, ma ora, dopo che Wanda Nara è andata in tv ad attaccare società e compagni, il grosso dei tifosi ha ritenuto giusta una punizione nei suoi confronti, inoltre, un altro autogol della famiglia Icardi è stato quando lui ha scritto sui social dopo la sconfitta col Bologna, "se non la ami quando perde non amarla quando vince", in risposta polemica ai fischi dei tifosi. Non c'è niente di più fastidioso per un supporter sentirsi dare patenti di tifo e interismo, sentirsi dire che lui non è un vero interista. Quindi doppio autogol che ha fatto crollare i consensi del clan argentino. Ma attenzione, i nemici di Icardi hanno giocato malissimo le loro carte dimostrando anche loro di non avere a cuore le sorti superiori dell'Inter, ma solo il loro orticello: mi riferisco a Brozovic che mette sadicamente il like all'annuncio della degradazione dell'ex capitano, Spalletti che getta ripetutamente benzina sul fuoco, Perisic che aggredisce Politano perchè a Firenze esulta "alla Icardi". Inoltre, la realtà bussa alla porta, dire che l'Inter fa più risultati senza Icardi lo puoi dire solo se affronti il Rapid Vienna o la Samp in crisi, ma poi i nodi vengono al pettine, come si è visto nelle ultime due partite. 

Questo accanimento, questo tutti contro uno alla fine fa risalire nei consensi Icardi tra gli interisti, perchè se è vero che il calcio è uno sport di squadra, è anche vero che sono le grandi individualità a far innamorare i tifosi e a far grandi le squadre, sopratutto in una squadra come l'Inter, che non è come la Juve dove come diceva Cassano "sono tutti soldatini", ma il talento, l'artista, viene sempre esaltato. In particolare l'interismo è da sempre innamorato del centravanti, da Meazza a Benito Lorenzi, da Boninsegna ad Altobelli, da Ronaldo a Milito, passando per tanti altri come Adriano e Ibra. Quest'ultimo è sintomatico, dichiaratamente "mercenario", individualista, ma apprezzato dal tifoso interista per il suo spirito ribelle e anarchico.

Attenzione quindi a dare per finito Icardi, magari a giugno diranno addio Perisic, Nainggolan, il cui menefreghismo verso l'Inter è stato manifesto, e anche Spalletti, mai veramente entrato nel cuore dei veri interisti, per il suo atteggiamento provinciale e arrogantemente malmostoso.

Fonte: l'autore Francesco Poli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.