L’ Inter delle incertezze tra un mercato lento e un Conte insodisfatto

Il mercato in stallo dell’ Inter rallenta l’applicazione dei nuovi meccanismi di gioco e il nuovo tecnico Antonio Conte inizia a spazientirsi.

di Matteo Pilenga
Matteo Pilenga
(2 articoli pubblicati)
Antonio Conte

È ormai parte del tormentone estivo di calciomercato la situazione dell’ Inter con il tecnico Antonio Conte insoddisfatto del mercato neroazzurro, a detta sua troppo lento per favorire l’arrivo e l’inserimento con le giuste tempistiche dei possibili neo acquisti. 

In particolare fa discutere lo stallo sulla trattativa che vedrebbe sbarcare a Milano il belga Lukaku alle stratte con suo attuale club di premier. Il suo arrivo garantirebbe, vista la tipologia di gioco espressa da Conte nelle sue precedenti panchine, un migliore svolgersi dei meccanismi offensivi della squadra ma non solo, perché l’attacante del Manchester United vanta una discreta media realizzativa è sarebbe l’uomo giusto per puntare a una stagione di “rinascita” dal punto di vista del gioco e della mentalità vincente di cui il tecnico barese fa il suo punto di forza. 

Altro problema in casa Inter è la dichiarazione di Antonio Conte dopo la partita di ICC di sabato, dove le sue dichiarazioni avrebbero al momento aggiunto Perisic alla “lista nera” insieme ai compagni Icardi e Naingolan anch’essi fuori dai piani del tecnico neroazzurro. La scelta è stata dettata dal fatto che il croato non sarebbe in grado di svolgere correttamente il ruolo  di esterno sinistro nel quintetto di centrocampo. 

Rimane quindi una situazione complessa quella in casa Inter, dove le stesse cessioni tardano ad arrivare, necessarie per puntare con convinzione verso nuovi obiettivi per completare e rendere più competitiva la formazione della squadra di Milano magari facendo approdare in città  proprio un top player.

Sembra aver preso piede l’idea di schierare un rispolverato Dalbert pronto a scalare le ormai disordinate gerarchie. Inutile dire che l’entusisamo iniziale dei tifosi si sta man mano spegnendo per il tardare delle certezze necessarie a puntare ad un campionato da primi della classe. 

Positiva è stata sicuramente la prima uscita internazionale interista dove la squadra ha dato un primo assaggio delle nuove strategie messe in atto e provate in allenamento, sicuramente ha fatto la differenza la preparazione atletica che vedeva i red devils avvantaggianti visto anche l’anticipo com cui avrà inizio là premier legue rispetto all’attessisima serie A. 

Dal momento che Antonio Conte ci ha sempre abituati a vedere alzare non solo il livello tecnico delle squadre ma anche la loro competivita quello che tutti si aspettano di vedere è una nuova Inter capace di intralciare il cammino di una scatenate e domaninante Juventus ridando al campionato quel fascino che manca ormai da troppi anni. 

Fonte: l'autore Matteo Pilenga

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.