Inter, ti è mancata la Maturità

La madre di questa eliminazione è l'immaturità che questa squadra ha dimostrato nella partita più importante.

di Fabio Di iasio
Fabio Di iasio
(8 articoli pubblicati)
Atalanta BC v FC Internazionale - Serie

Alla fine la doccia gelata è arrivata, i cattivi presagi che vagavano nella mente dei tifosi interisti si sono materializzati e l'eliminazione dalla Champions è diventata realtà. Arrivare terzi in un girone del genere non era una possibilità tanto remota ad agosto, un'ora dopo i sorteggi la maggior parte dei tifosi aveva pensato a questo scenario, considerando Barcellona e Tottenham due squadre molto più avanti e mature rispetto alla formazione nerazzurra. 

Ma uscire così non lascia spazio a ragionamenti freddi e cinici, ieri bisognava fare una sola cosa, vincere. Vincere indipendentemente dal risultato di Barcellona, vincere per non avere rimpianti. Invece è arrivato un pareggio, un risultato che, con un pizzico di fortuna (vedi palo di Coutinho a 5'dalla fine), avrebbe potuto regalare lo stesso la qualificazione, ma forse non avrebbe portato con se quella dose di crescita e maturazione che gare di questo tipo regalano. 

Il pari però non è bastato, la retrocessione in Europa League è forse il risultato più giusto, ciò che merita questa Inter incapace di vincere in casa, davanti ad un pubblico meraviglioso, contro un Psv ultimo e senza pretese, ciò che merita una squadra che si scioglie come neve al sole dopo un errore, seppur grossolano e assurdo, come quello di Asamoah. 

Sicuramente la scellerata giocata del ghanese, tra i più esperti in rosa a livello internazionale, ha condizionato la gara, ha tolto sicurezze a tutta la squadra, che ha iniziato a cercare il gol in maniera caotica e disorganizzata, lasciando delle praterie dietro che solo la pochezza della squadra olandese non ha tradotto in gol. Una squadra matura avrebbe continuato a fare il suo gioco, avrebbe mantenuto la calma e ribaltato il risultato, vista l'eternità che mancava alla fine della gara. 

Invece per tutto il primo tempo si è andati a folate, senza mai creare veri pericoli alla porta di Zoet, senza un briciolo di idee. Nella ripresa la situazione è leggermente migliorata, gli attacchi erano più ragionati ed efficaci, si arrivava con più lucidità al tiro, fino al pareggio di Icardi, che sembrava far presagire un ennesimo lieto fine in salsa "pazzainter". 

Lì però qualcosa si è inceppato, le enormi energie mentali e fisiche spese, spesso a vuoto come nel primo tempo, hanno svuotato la manovra, hanno rallentato l'atmosfera, complici forse anche le notizie provenienti dal Camp Nou.  

Qui è arrivato l'ulteriore errore di una squadra immatura, il non sfruttare il vento a favore per mettersi al sicuro da sorprese esterne, puntualmente avveratesi. A nulla infatti è servito il forcing finale, che pure ha prodotto una super occasione, capitata però sulla testa ( sbagliata ) di Martinez, incapace di schiacciare un pallone, solo soletto, in mezzo all'aria. 

A chi quindi le colpe maggiori? Subito dopo la gara è partito il classico linciaggio social per Spalletti, reo ancora una volta di aver tolto il migliore in campo, Politano, per difendersi e speculare sul pareggio. Un linciaggio a mio avviso eccessivo, visto che Politano non ne aveva più e gli esterni in rosa erano già stati tutti utilizzati, a causa anche di quel pizzico immancabile di sfortuna che ti toglie nella stessa sera due titolari come Nainngolan e Vecino e, per di più,  impossibilitato a sostituirli per delle assurde limitazioni Uefa. 

Ora? Beh, ora viene il bello, il difficile. Una squadra che punta a diventare grande fà tesoro di questo episodio negativo e lo rende uno step per il suo percorso, ne esce rafforzata e più convinta di voler arrivare su il prima possibile. Ecco, questo ora sarà il vero banco di prova per gli uomini di Spalletti, la vera maturazione arriva se si riesce a superare questi momenti, non sperando nel risultato positivo degli altri per qualificarsi. In bocca al lupo Inter, ora dimostra chi sei veramente. 

Fonte: l'autore Fabio Di iasio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.