Inter-Benevento 2-0, il match in diretta da San Siro

I nerazzurri vincono contro un ottimo Benevento che domina la partita per sessanta minuti

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
FC Internazionale v Benevento Calcio - S

Stadio Meazza, ore 20:45. L’ondata di gelo siberiano non ha ancora raggiunto Milano. Gli spalti, stranamente, non sono gremiti. Gli ultimi risultati negativi, evidentemente, hanno scoraggiato una parte di pubblico che ha preferito il tepore del salotto di casa al seggiolino dello stadio. La partita ha inizio e la sinfonia non cambia. L’Inter trotterella, latita e sbaglia. Sbaglia tanto. La qualità del gioco interista è francamente imbarazzante ed il Benevento cerca di sfruttare l’occasione. Dopo pochi minuti si intuisce subito che la voglia di vincere, di lottare e di combattere non mancano alla squadra campana che domina in lungo ed in largo il primo tempo. Più dinamici, più organizzati e con un ottimo gioco di squadra. Il Benevento sembra avere il coltello tra i denti, sa che non può perdere ulteriori punti e che ogni partita è decisiva. La squadra di De Zerbi gioca a viso aperto, all’attacco. Gioca bene. A tratti benissimo. L’Inter, invece, regala al proprio pubblico un primo tempo pietoso. Un primo tempo da squadra impaurita, da squadra che subisce. E subisce tanto, tantissimo dall’ultima in classifica. Al 30’ i primi fischi invadono lo stadio. Il pubblico capisce ma non accetta. Giustamente non accetta che la propria squadra venga sottomessa in casa da una compagine che vanta solo dieci punti in classifica. L’arbitro fischia la fine della prima frazione di gioco ed il disappunto dei tifosi inonda San Siro. I fischi sono assordanti. Il risultato è fermo sullo zero a zero. E per i nerazzurri è già un successo.

Dopo i canonici quindici minuti di intervallo, le squadre tornano sul rettangolo di gioco. Per l’Inter nessun cambio, solo la speranza che chi è schierato in campo possa migliorare (e non di poco) la sua prestazione. La partita prosegue sulla falsa riga del primo tempo, con uno strabiliante Benevento che conquista palloni e si lancia all’attacco della difesa nerazzurra. Difesa che, non solo resiste alle avanzate avversarie, ma sfrutta le uniche due occasione create dalla squadra di Spalletti. Infatti, sono proprio Skriniar e poi Ranocchia a portare in vantaggio l’Inter al 66’ ed a consolidare il risultato tre minuti più tardi. Entrambi i gol di testa, sugli sviluppi di calcio d’angolo. I due centrali nerazzurri si travestono da bomber e colpiscono nel momento clou della partita. Un uno, due che taglia le gambe alla squadra campana, fino a quel momento assoluta padrona del campo. Nel finale di match, i giallorossi restano in dieci uomini a causa dell’espulsione di Viola. La partita si trascina verso il novantesimo senza grandi sussulti. 

Per l’Inter sono tre punti d’oro, conquistati soffrendo più del dovuto. Tre punti forse immeritati ma indispensabili per continuare a credere al quarto posto in classifica. Per il Benevento la strada verso la salvezza si fa sempre più dura. Nonostante tutto, un grande applauso va a mister De Zerbi ed ai suoi giocatori autori di una splendida partita su un campo difficile come quello del Meazza. I campani hanno dimostrato carattere e voglia di farcela, di credere nel miracolo salvezza. Quella salvezza che ormai è pura utopia.

Il popolo interista lascia il Meazza contento. I fischi si sono trasformati in applausi e lo sconforto di fine primo tempo si è tramutato in euforia. Perché in fondo ci vuole poco per far gioire dei tifosi appassionati che, indipendentemente dai risultati, continuano a credere nei sogni. Bastano due gol di testa, due gol di due difensori centrali. Due gol che scacciano la paura ed il timore di vivere l’ennesima serata da incubo.

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.