Crisi Inter? Questione di ordine

Entropia, quella grandezza termodinamica che viene associata al concetto di disordine vale anche nel calcio?

di Claudio Ciari
Claudio Ciari
(4 articoli pubblicati)

Siamo appena alla quarta giornata di campionato ma le ambizioni della squadra di Spalletti sembrano già ridimensionate. Il tabellino recita due sconfitte e un pareggio a fronte di una sola vittoria. Alla vigilia dell'esordio nella tanto attesa Champions League sono già parzialmente svanite le certezze accumulate durante il finale della scorsa stagione e in un'estate da protagonista del mercato. Non c'è dubbio che la rosa sia di qualità e tanto meno si può dubitare delle capacità dell'allenatore ma è evidente che ai neroazzurri manchi ancora qualcosa per compiere il definitivo salto di qualità. Analizzando le partite da un paio d'anni a questa parte credo che l'elemento che manca alla squadra di Luciano Spalletti si possa riassumere in una sola parola: ordine. 

Da qualche tempo divido i calciatori in ordinati e disordinati, niente a che vedere con la qualità delle prestazioni in campo né tanto meno la capacità o no di giocare a determinati livelli. Definisco "ordinato" quel calciatore che con semplicità rende efficace qualsiasi giocata, qualsiasi passaggio, senza forzature. Al contrario il "disordinato" è quello che crea confusione, quello capace di un segnare un goal stratosferico come di sbagliare un passaggio di due metri, il "disordinato in sostanza è quel tipo di calciatore che forza sempre la giocata.

In una squadra devono coesistere entrambi i tipi di giocatore, quelli ordinati perché danno fluidità alla manovra, quelli disordinati perché spaccano le partite con le proprie prodezze. Formazioni composte da solo giocatori di un tipo o solo dell'altro sono destinate ad essere incomplete e alla lunga perdenti.  La palla durante lo svolgimento della manovra offensiva ha bisogno di essere "ripulita" dai piccoli errori, dalle piccole imperfezioni così da facilitare il compito di chi la riceve e metterlo in condizione di rendere al meglio secondo le proprie qualità. 

Analizzando sotto questo aspetto la rosa a disposizione del tecnico di Certaldo non credo di dire niente di nuovo affermando che si tratti di una squadra composta da troppi giocatori disordinati. Elementi come Icardi, Perisic, Candreva, Vecino appartengono proprio a questa categoria, a fronte del solo Brozovic che invece può essere annoverato tra le file degli ordinati. Non è un caso che lo scorso anno la svolta ci sia stata quando il croato è stato scelto come perno del centrocampo e Rafinha e Cancelo, altri giocatori d'ordine, raccordavano difesa, centrocampo e attacco. Sotto questo punto di vista il mercato estivo è stato oltremodo infelice soprattutto con l'acquisto di Keita Balde, ma in parte anche con quelli di Nainggolan e Politano.

Nell'Inter della stagione 2018/2019 il compito di "ripulire" la palla ce l'ha il solo Brozovic, per questo la manovra procede farraginosa e priva di quell'efficacia che tutti auspicherebbero. Non credo sia un caso che nell'ultima formazione vincente fosse presente uno degli emblemi del calciatore "ordinato", Diego Milito. Forse un giocatore con le sue caratteristiche sarebbe stato necessario a questa squadra e Icardi, seppur straordinario nelle sue qualità, non sarà mai un "pulitore" di palloni in grado di trasformare l'azione offensiva da stentata a fluida.

Il punto focale della questione potrebbe essere che questa Inter abbia bisogno di un centravanti diverso, oppure che Icardi abbia bisogno di un squadra con altre caratteristiche. Non è dato sapere come finirà a fine stagione ma credo che al momento della costruzione di una rosa uno degli elementi da tenere in considerazione oltre che al valore individuale siano le caratteristiche dei singoli giocatori e ritengo che quella di cui parla l'articolo sia stata sottovalutata troppo precipitosamente.

FC Internazionale v Parma Calcio - Serie
Fonte: l'autore Claudio Ciari

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.