Caro Suning, il pianeta Inter non sarà mai un satellite

Il Benevento sembra il Barcellona, ma poi Skriniar e Ranocchia lo mettono al tappeto: ma Suning ha capito cosa rappresenta l'Inter per i tifosi?

di Francesco Poli
Francesco Poli
(34 articoli pubblicati)
FC Internazionale v Benevento Calcio - S

Cara vecchia Inter, non meritavi di soffrire con il Benevento in casa. Ah ma era il Benevento o il Barcellona? E chi era quello, Letizia o Roberto Carlos? E quello? Brignola o Messi? O forse i nostri li hanno fatti diventare tali. Per carità, felicissimo dei tre punti, ma si è visto veramente il baratro. Ringraziamo De Zerbi e la sua difesa a zona sui corner. Ringraziamo Ranocchia e Skriniar, che hanno tenuto in piedi la baracca dietro e saputo dare le zuccate giuste in avanti (Suning, non ti provare nemmeno a vendere il difensore slovacco!). E Cancelo, finalmente uno che sa battere i calci piazzati e fare dei cross decenti, e Karamoh, che con il suo ingresso ha subito ravvivato la squadra e il match. Ma finalmente Candreva al centro, dietro la punta, un altro giocatore. Ma sentite cosa diceva Spalletti ancora il 29 dicembre scorso rispetto a chi gli proponeva soluzioni diverse, tipo accentrare Candreva e far giocare Cancelo: "In questo momento qui non farei ulteriore confusione perché avevamo visto bene. L’abbiamo indovinata all’inizio di fare leva su questo blocco squadra. In questo momento rafforzerei le nostre convinzioni, non andrei a trovare una soluzione nuova che non so quanto possa andare bene. Le scelte saranno molto simili a quelle fatte fino a questo momento”. 

Il bravo allenatore è quello che sa mettere i giocatori nei ruoli giusti, esaltando le individualità, ma anche quello che è flessibile, che sa cambiare modulo, che non è dogmatico e integralista. E sa far ruotare la rosa non creando esclusi e malumori.

E questi tifosi? In 46.000 anche con l'ultima in classifica in un freddo sabato sera di febbraio: fischi nel primo tempo, l'invito da parte della curva nord a tirare fuori gli attributi, ma è bastato l'ingresso di Karamoh (in questo momento il giocatore più amato dal pubblico) e il gol di Skriniar per far tornare il sereno e a fine partita i tifosi invitano la squadra sotto la curva a ricevere gli applausi. Ma per qualcuno la squadra non vince per colpa dell'ambiente depresso.

Suning, avrai capito cosa rappresenta l'Inter per milioni di tifosi? L'Inter non potrà mai essere un satellite, l'Inter è un pianeta e come tale va trattato.

Fonte: l'autore Francesco Poli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.