Ahi ahi Conte, il nuovo Tafazzi: autolesionismo allo stato puro il suo

Vince la Lazio in rimonta  per 2 a 1 sull'Inter, ha la meglio la squadra migliore senza alcun dubbio

di Luca Sala
Luca Sala
(201 articoli pubblicati)
btrhdrconte

Dispiace doverlo ammettere  caro Conte ma stasera i tuoi  neroazzurri escono notevolmente  ridimensionati dal confronto con una signora Lazio che dopo la Juventus regola anche l'Inter candidandosi a pieno titolo per lo scudetto.

L'ennesimo ribaltone subito dalla sua formazione dopo quelli in serie di Champions League denota limiti di mentalità e capacità di fare gioco,dando adito ai suoi detrattori di pensare ad un calcio di rinuncia votato alla  sola difesa una volta passati in vantaggio.

La vera lezione la prende in pieno  ciuffo posticcio   proprio il supponente tecnico salentino al cospetto di un Simone Inzaghi apparso nettamente piu' capace, non da oggi, di fare un gioco molto piu' bello e redditizio del suo.

Conte ha perso il match fin  dalla vigilia gridando come e' solito fare mostrando la mascella volitiva  che avrebbe bellamente rinunciato ad Eriksen, rincarando ulteriormente  la dose,nemmeno ce ne fosse bisogno,  con l'eresia che spetta a lui solo decidere quando farlo giocare dall'inizio.

Mi sento di ribadire che mai e poi mai lo scudetto lo vincera' con i mediani alla Vecino o i mastini alla Godin partiti titolari al posto del fuoriclasse danese, il cui ingresso in campo al minuto 70 e passa non fa onore all'allenatore giustamente sconfitto.

La cosa che trovo piu' assurda e' mettere in dubbio  che chi viene dalla Premier League non sia  gia' rodato per reggere i ritmi di un Conte che dir si voglia come dimostrato da Young e Moses ,a maggior ragione se giocava titolare in cabina di regia  nel Tottenham ,mica una squadra qualsiasi. Ecco che la mania di protagonismo del tecnico tanto bravo quanto egocentrico che pure sta facendo un gran lavoro all'Inter rischia seriamente di danneggiare il vero valore aggiunto in termini di qualita' garantito dal principe danese, indispensabile  mai come ora  considerando  l'ennesimo stop di Sensi che all'inizio ha tenuto in piedi la squadra con il suo bel calcio.

Christian Eriksen deve giocare titolare, non ci sono scuse soprattutto dopo stasera, forse ci sara' arrivato anche un Conte  ancora  stizzito per il mancato arrivo del suo idolo cileno Vidal che sarebbe obbligatorio dimenticare in tutta fretta a favore di chi ha  i colpi che servono a raddrizzare una situazione che appare seriamente compromessa per la corsa all'agognato scudetto bauscia.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

4
4 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 6 mesi

    Antonio Conte direbbe:Eriksen o non Eriksen, questo è il suo problema
    Serve solo il coraggio di metterlo finalmente al centro della sua buona squadra x farla diventare ottima.

  2. SportsMan - 6 mesi

    Come lasciar fuori dai titolari chi ha giocato sempre titolare,nel club come in Nazionale?

  3. SportsMan - 6 mesi

    La differenza ,difesa a parte,la fanno i grandi giocatori.

  4. SportsMan - 6 mesi

    La verità in questo pezzo,ora la palla passa a Conte o per meglio dire al giocatore più tecnico a sua disposizione.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.