5 Motivi per cui Inter-Chievo può valere più del derby d’Italia

Ci sono un italiano, un portoghese e una Vecchia Signora

di Samuele Valori
Samuele Valori
(4 articoli pubblicati)
FC Internazionale v Torino FC - Serie A

Domenica pomeriggio al Meazza l’Inter, per la prima volta in stagione in emergenza, affronta il Chievoverona in una partita che porta con sé molte insidie; ad una settimana dal big match allo Stadium la sfida diventa ancora più importante, soprattutto per questi cinque motivi:

Il Debito. Non si parla di Fair Play finanziario, tranquilli, ma di pubblico; probabilmente domenica si raggiungerà ancora quota 60 000 spettatori, per una partita non di “cartello” rappresenta un traguardo straordinario. Col Torino in 70 000 se ne sono tornati a casa con l’amaro in bocca, questa è l’occasione per rimediare.

Una Vecchia Signora. Sì, proprio la Juventus stessa. Arrivare alla sfida di Torino davanti in classifica, oltre a fornire un’ulteriore dose di fiducia, è vitale per avere più tranquillità e meno pressione addosso.

Un italiano. Da sabato sera, dopo l’ammonizione di Miranda, non si fa che parlare di lui, Ranocchia; Recuperato Santon, Spalletti è chiamato a fare un altro miracolo, il secondo nel giro di due settimane, e a dimostrare che quattro difensori centrali possono bastare (fino a Gennaio?).

Un portoghese. Vale l’incipit del punto 3 scambiando opportunamente Miranda con Gagliardini; con l’assenza del centrocampista italiano e gli acciacchi di Vecino, Joao Mario ha l’occasione di riprendersi il ruolo di protagonista che sembrava aver acquisito nei mesi estivi con prestazioni convincenti. All’Inter manca un numero 10 dai tempi di Sneijder (con buona pace di Kovacic) e lo spettro di Pastore disturba le notti del giocatore portoghese ormai da mesi.

La fiducia. Spalletti nel post partita di Cagliari-Inter ha dichiarato che la partita col Chievo dirà se fino a questo punto abbia mentito spudoratamente riguardo la bontà delle riserve e la profondità della rosa. L’aver resuscitato un giocatore non è sufficiente per dimostrare il contrario, poi se ci metti che il redivivo ha un cognome che richiama la santità, diventa tutto ancora meno probante.  

Come avrete capito, la partita di domenica è un grande banco di prova e l’Inter non può permettersi di fallire.

FC Internazionale Training Session
Fonte: l'autore Samuele Valori

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.