110 anni di emozioni e di orgoglio: buon compleanno, amata Inter!

La sera del 9 marzo di 110 anni fa nasceva ufficialmente l’Fc Internazionale Milano

di Francesca Landini
Francesca Landini
(159 articoli pubblicati)
Fc Internazionale

Milano, 9 marzo 1908. Una quarantina di persone si diedero appuntamento presso il ristorante L’Orologio in via Giuseppe Mengoni. Erano un gruppo di dissidenti, di ribelli provenienti dal Milan. Un gruppo coeso, che voleva creare una squadra di calcio che desse a tutti, italiani e stranieri, la possibilità di giocare per difendere gli stessi colori. I colori del cielo e della notte. L’azzurro ed il nero.

Sono passati 110 anni da quella notte. Da quella meravigliosa notte che ci regalò la nascita di una delle compagini più importanti a livello europeo. La chiamarono Internazionale proprio perché, all’interno della squadra, non esistevano discriminazioni di alcun tipo. Italiani e stranieri dovevano condividere la stessa maglia e lottare per gli stessi obiettivi.

Si chiamerà Internazionale perché noi siamo fratelli del mondo” dichiarò Giorgio Muggiani, uno dei fondatori della società. 

Sono già passati 110 anni, un secolo e più di storia gloriosa ed inimitabile. 110 anni ricchi di orgoglio, l’orgoglio che ogni tifoso prova per la Beneamata. 110 anni ricchi di passione, una passione infinita, incrollabile, eterna. Una passione che ogni giorno ti fa battere il cuore, che va al di là dei risultati. Un amore immenso, quell’amore che si prova solo per la propria squadra del cuore. Un amore che va oltre le delusioni, le sconfitte ed i periodi dove essere tifoso interista è difficile. Perché scegliere l’Inter è un atto di pazzia. Di follia pura. L’Inter è sofferenza, ansia, agitazione.

L’Inter è una forma d’arte, l’arte più stupenda ed imprevedibile che possa esistere. L’Inter è l’esaltazione più pura e la delusione più cocente. L’Inter è emozione. Quell’emozione che ti fa piangere di gioia, commuovere ed urlare al cielo. L’Inter è Peppino Prisco, la famiglia Moratti, la grande Inter di Helenio Herrera, i campioni indimenticabili del Triplete di José Mourinho. L’Inter sono i suoi eroi, Walter Zenga, Nicola Berti, Marco Materazzi, Luisito Suarez e tantissimi altri giocatori che hanno manifestato il loro interismo, il loro essere nerazzurri fino al midollo. L’Inter sono i tanti campioni passati da questa gloriosa squadra, campioni che hanno lasciato un segno sia in campo sia fuori dal terreno di gioco.

L’Inter siamo tutti noi che portiamo la squadra nerazzurra nel cuore. Tutti noi tifosi innamorati pazzi, innamorati di quei colori che per noi rappresentano tutto. Uno stile di vita, una fede incrollabile, un modo diverso di vivere il calcio. L’Inter è il vanto e l’orgoglio, la malattia e la cura. L’Inter è quella voglia di crederci fino in fondo e di non mollare mai. L’Inter è vita, è sostanza, è luce nei giorni più cupi. L’Inter è qualcosa di indescrivibile, qualcosa che lascia il segno senza nemmeno accorgersene. L’Inter è l’Inter e, per ogni interista che si rispetti, rappresenta la cosa più importante tra le “meno importanti”.

L’Inter è come una famiglia, una famiglia composta da milioni di persone che aspettano la domenica, quella maledetta domenica per gioire od imprecare, esultare o deprimersi. Sentimenti opposti che non sono in grado di scalfire un coinvolgimento granitico e totale. Perché la delusione, per noi interisti, dura giusto il tempo che intercorre tra una partita ed il pensiero a quella successiva. È troppa la passione che ci lega alla squadra. A quella squadra che in 110 anni ci ha fatto godere. A quella squadra che continua a renderci orgogliosi. A quella squadra che di Serie B non ha memoria.

Tantissimi auguri eterna squadra mia e... grazie di esistere!

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.