Muriel sceglie Firenze e il 29, come Edmundo!? Ma anche no!

Il numero 29 scelto da Muriel per la sua nuova avventura gigliata, fa riaffiorare alla mente l’arrivo in viola di Edmundo. I tifosi però fanno gli scongiuri!

di Nicola Pintus
Nicola Pintus
(20 articoli pubblicati)
Muriel-Edmundo

Luis Muriel è il nuovo volto in casa Fiorentina. Il colombiano è arrivato con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Siviglia, squadra andalusa che tanto aveva investito (circa 22 milioni per prelevarlo dalla Sampdoria) sul talentuoso attaccante cafetero senza ricevere tuttavia i risultati sperati, collezionando in questa prima parte di stagione un magro bottino di 4 gol in 19 apparizioni (solo 8 da titolare).

Per la sua nuova esperienza tinta di viola Muriel ha scelto come numero di maglia il 29, preso perché “il primo disponibile che contenesse il 9”. Potrebbe sembrare a primo acchito un numero come un altro, ma per un tifoso viola (come il sottoscritto) è una scelta che fa ritornare alla mente l’arrivo del brasiliano Edmundo alla Fiorentina.

Anche in quell’occasione era gennaio ma di 21 anni fa (1998), quando a Firenze sbarcava l’attaccante brasiliano prelevato dal Vasco de Gama ed inserito nella compagine viola per formare con il bomber argentino Batistuta una coppia d’attacco atomica (almeno sulla carta). Nella sua ultima stagione brasiliana Edmundo aveva infatti segnato 38 gol in 44 presenze, un “biglietto da visita” niente male, che faceva presagire giocate e gol a raffica.

Allo stato dei fatti invece O Animal (soprannome ottenuto per il suo carattere “fumantino”) si rivelò incostante, sia nelle prestazioni che nelle realizzazioni, oltreché affetto da una perpetua saudade del suo paese natale. I lampi di classe non gli mancavano senz’altro, un buon tiro e tanti dribbling ubriacanti, ma troppo "innamorato" della palla (il gioco di squadra non era proprio il suo forte) ed in alcune partite totalmente assente dal gioco. Indelebile nelle menti dei tifosi viola è stata sicuramente la sua fuga da Firenze direzione Rio de Janeiro per la sua insanabile “voglia di carnevale”, nel Febbraio del 1999, quando la Fiorentina capolista aveva appena perso il suo bomber e capitano viola Batistuta per infortunio e si stava giocando lo scudetto, avendo vinto il titolo d’inverno neanche un mese prima.

Quella mancanza di professionalità in un momento talmente delicato non è mai stato perdonato ad Edmundo dai tifosi viola (il sottoscritto in prima fila). Una maturità che invece sembra aver raggiunto Muriel, dopo l’infelice parentesi spagnola e le sue precedenti stagioni italiane piuttosto deludenti. È già stato un segnale l’aver rifiutato le avances del Milan, inseritosi inutilmente nella trattativa tra Siviglia e Fiorentina negli ultimi giorni dell’anno, poiché il colombiano aveva già dato la sua parola all’entourage gigliato di aver scelto la viola come sua nuova squadra.

Un bel gesto, per niente scontato, che fa partire l’attaccante cafetero col piede giusto nella sua nuova avventura alla Fiorentina. Poi si sa, chi ben comincia è a metà dell’opera. Quello che spero io, come penso tutti i tifosi viola, è che Muriel possa assomigliare il più possibile nelle sue prestazioni ad un altro brasiliano, che in Italia e nella storia del calcio ha lasciato un’impronta ben più considerevole di quella lasciata da Edmundo: il Fenomeno Ronaldo.

In passato tra l’altro, sin dalle sue prime apparizioni in Serie A, l’attaccante colombiano era già stato da molti accostato al Fenomeno dell’Inter, un paragone assai pesante per Muriel (all’epoca neanche ventenne), condizionato forse nelle sue prestazioni poiché messo subito nella lente d’ingrandimento al minimo errore. Che sia il momento della svolta? Noi tifosi viola ci speriamo, quindi in bocca al lupo Muriel! Almeno stavolta non penso che, dopo aver detto di no al Milan, sarà un carnevale a farti andare via da Firenze!

Ronaldo-Muriel
Fonte: l'autore Nicola Pintus

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.