Furto e beffa al Franchi: per la Dea prosegue il momento no!

La Dea controlla la partita, ma un rigore inesistente apre la strada alla Fiorentina

di Giulio Bassani
Giulio Bassani
(7 articoli pubblicati)
Castagne in contrasto con Veretout

Viene difficile commentare un match ampiamente condizionato da una decisione arbitrale. È ancora più complicato farlo nell'era della tecnologia, dove almeno gli errori evidenti dovrebbero in teoria essere cancellati. L'Atalanta esce gravemente danneggiata in una sfida in cui non meritava assolutamente di rimanere a bocca asciutta. Cerchiamo comunque di analizzare la partita del Franchi.

La squadra nerazzurra tiene in mano sempre il pallino del gioco. Freuler gioca più avanzato con Pasalic in mediana mentre Gomez agisce sulla destra ed è più intraprendere e pimpante delle ultime uscite. Il Papu per tutta la gara fa ballare i difensori viola ma seppur la partita viene fatta dagli orobici le occasioni nitide non arrivano nella prima frazione di gioco.

Nella ripresa il copione non cambia, la Fiorentina non riesce a esprimere quel di bello che finora aveva messo in mostra, Simeone e Chiesa vengono innescati con il contagocce e le poche volte che prendono palla costruiscono poco. Al 61' l'episodio che cambia tutto: Chiesa scappa sulla sinistra, entra in area e cade per un presunto contatto con Toloi. Valeri è categorico, è rigore per la Viola: in realtà al primo replay la simulazione risulta evidente ma il direttore di gara non ritiene opportuno rivedere l'azione al monitor. E qui sorgono tutte le perplessità e i mille punti interrogativi del tipo: "Allora il VAR che serve a fare?". 

Veretout trasforma il rigore con quello che di fatto è la prima conclusione nelle specchio dei toscani. Una vera e propria beffa per i neroazzurri che però continuano nella loro buona gara con prima Rigoni che manda il suo tentativo a fil di palo e poi Gomez che colpisce a botta sicura ma trova la risposta reattiva di Lafont. Nel finale arriva il raddoppio viola con una punizione di Biraghi che Gollini respinge quando la palla aveva già varcato la linea bianca. L'Atalanta deve arrendersi dopo una partita positiva e in crescendo rispetto alle ultime uscite con il grande rammarico di essere andata sotto con un rigore inesistente. Detto ciò la striscia di gare senza vittorie si allunga a 8 e anche l'astinenza da gol fa preoccupare: la dea manca spesso di precisione negli ultimo 16-20 metri, nell'ultimo passaggio dove si vede chiaramente che i meccanismi e le intese non sono ancora delle migliori. In più un po' deficitarie le corsie esterne con Castagne e Hateboer poco incisivi. Soprattutto riguardo al belga sorge una domanda: non essendo mancino perché schierarlo a sinistra mettendolo nella condizione di rientrare sempre sul destro per crossare? Soprattutto quando in panchina c'è Adnan e Castagne diventa più pericoloso a destra.

Piccolo dettaglio tattico a parte, rimane la prestazione più che positiva con qualche rimpianto ancora per i calci piazzati ancora non sfruttati: una squadra che nelle scorse stagione ha fatto di punizioni e corner una miniera di reti segnate mentre ad ora a questa voce l'Atalanta è ancora rimasta a secco. Una serie di dettagli da limare per poter ritornare alla vittoria anche se anche  continuando a scrivere la rabbia per quello che è accaduto brucia sempre. La rabbia deve diventare cattiveria positiva per una settimana fondamentale.

Fiorentina 6

Lafont 6; Milenkovic 6, Pezzella 6,5, Hugo 5, Biraghi 6,5; Benassi 5,5 (Fernandes 5,5),Veretout 6, Gerson 5 (Laurini SV); Chiesa 3, Simeone 5, Pjaca 5 (Mirallas 6).

All.Pioli 5.

Atalanta 6

Gollini 5,5; Toloi 6,5, Mancini 6 (Rigoni 6,5), Palomino 7; Hateboer 5, De Roon 6,5, Pasalic 5, Castagne 5,5 (Adnan SV), Freuler 6 (Barrow SV); Gomez 6,5, Zapata 6.

All.Gasperini 6

Arbitro: Valeri 3.

Fonte: l'autore Giulio Bassani

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.