Fiorentina da record: Saponara e un miracolo di colore viola

Riccardo Saponara in nome dell'amico Davide Astori

di Mino Deiaco
Mino Deiaco
(60 articoli pubblicati)
Riccardo Saponara

Quello che sta compiendo la Fiorentina è un vero miracolo viola. Il filo conduttore di questo miracolo è fin troppo evidente, anche se non più presente. Dalla morte del suo capitano, la Fiorentina ha vinto cinque partite di fila (una l'aveva già vinta prima della scomparsa di Astori: in tutto, dunque, sei). Tra i giocatori protagonisti di queste vittorie, un ruolo di assoluto protagonista lo sta recitando un giocatore, un ragazzo grande amico del suo capitano: Riccardo Saponara.

Dopo la prima parte di stagione passata in anonimo tra infortuni e tanta panchina, nel girone di ritorno Saponara si stava ritagliando uno spazio importante nella squadra, ma in queste ultime 6 partite è diventato il vero leader del gruppo; assist, gol e soprattutto voglia di lottare su ogni pallone, grinta, supporto per i compagni in difficoltà e tanto, ma tanto cuore.

Come da lui stesso detto durante un'intervista seguente il tragico evento, era convinto che ormai il campionato della propria squadra non aveva più senso, pensava che sarebbe stato difficile giocare a calcio con la disperazione addosso. E invece poi è scattato in lui qualcosa di inaspettato, è riuscito a trasformare il dolore in una forza e determinazione che dall'esterno nessuna immaginava possedesse.

Lui insieme ai suoi compagni sembrano essere spinti da un qualcosa di più grande, non mollano un centimetro, lottano come se fosse l'ultima partita della loro vita. Saponara era molto legato al suo capitano, era il suo punto di riferimento nello spogliatoio, è stato l'amico che lo ha accolto a Firenze aiutandolo ad inserirsi nello spogliatoio.

Con le grandi prestazioni di questo periodo, Saponara, oltre ha riscoprirsi un grande calciatore ammirato soprattutto nell'Empoli di Sarri, è diventato un uomo maturo, un uomo capace di affrontare anche il dolore più grande, un uomo che è pronto a mettersi sulle spalle l'intero popolo viola. Ora, società, allenatore, giocatori, tifosi e Saponara coltivano un sogno che fino a poche giornate fa sembrava impensabile, ovvero la conquista di un posto in Europa.

Superfluo chiedere a Saponara a chi dedicherebbe questa impresa sportiva. Forza Riccardo, aldilà del risultato finale che la tua squadra raggiungerà a fine campionato, hai già conquistato il cuore dei tuoi tifosi e non solo di quelli Viola.

Fonte: l'autore Mino Deiaco

DI' LA TUA

4
4 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max Cerbai - 2 anni

    Articolo molto bello e vero.

    1. Mino - 2 anni

      grazie Max Cerbai,molto gentile, non sono un tifoso viola,ma quando c’è da celebrare la forza di un gruppo non c’è colore che può dividere!

      1. Max Cerbai - 2 anni

        E questo ti fa ancora più onore Mino,perché hai fotografato perfettamente l’ambiente che attualmente c’e’alla Fiorentina.
        Io da tifoso viola confermo che ora e’un gruppo granitico,difficile da battere,proprio perché hanno fatto proprio il motto “uno per tutti,tutti per uno” nel nome di Astori.

        1. Mino - 2 anni

          Max io amo le belle storie di sport, ad inizio anno la Fiorentina ha venduto i suoi giocatori migliori, poi la morte del capitano avrebbe abbattuto qualsiasi squadra ed invece… veramente chapeau

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.